La meningite mette in ginocchio anche al San Luca: grave un altro 46enne toscano

22 marzo 2016 ore 14:01, Lucia Bigozzi
L’emergenza non si ferma. In Toscana la meningite colpisce un altro 46enne, stavolta a Lucca. L’uomo, che vive a Massa Pisana, è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale San Luca manifestando i sintomi di una meningite poi confermati dai test e gli esami clinici. Infezione di tipo batterico è la diagnosi dei medici che hanno disposto il ricovero nel reparto di terapia intensiva: le sue condizioni sono giudicate gravi. Successive verifiche sanitarie hanno accertato che si tratta di una forma di meningite pneumococcica, ovvero non contagiosa. Ragione per cui non si è resa necessaria la profilassi per i familiari e le persone a lui più vicine. La vera emergenza in Toscana, riguarda infatti l’infezione da meningococco C che ha già ucciso diverse persone. In questo caso la profilassi è fondamentale e i sanitari la raccomandano. Tornando al caso del 46enne pisano è il direttore del dipartimento della Asl Alberto Tomasi a sottolineare che “non c’è nessun tipo di allarme, né è stata attivata alcuna forma di profilassi, perché non è necessaria. Si tratta infatti sì, di una forma di meningite ma non è la forma più grave e contagiosa. Come è prassi in casi come questo sono stati comunque disposti tutti gli accertamenti del caso per escludere al 100 per cento l'infezione da meningococco C e avviare eventualmente le pratiche di profilassi”. 

La meningite mette in ginocchio anche al San Luca: grave un altro 46enne toscano
Quando è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale San Luca, l’uomo era fortemente debilitato anche a causa di alcune problematiche precedenti che potrebbero aver giocato un ruolo nella patologia diagnosticata dai sanitari. La prognosi per lui è riservata e secondo quanto riportato dai quotidiani locali, pare che non fosse sottoposto al vaccino consigliato dalle autorità sanitarie toscane d’intesa con la Regione, per far fronte all’emergenza e soprattutto attivare una forma massiccia di prevenzione a tutela della salute della popolazione. Ma i casi di persone colpite da meningite non si arrestano: è di queste ore la notizia di un 38enne ricoverato all'ospedale di Empoli, in provincia di Firenze, ricoverato in ospedale in prognosi riservata. Complessivamente sono 16 i casi di meningite accertati in Toscana dall’inizio del 2016, come reso noto dalla Regione. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...