Sud in tilt, Palermo capitale d'Italia del traffico: sorpresa a Milano

22 marzo 2016 ore 16:34, Americo Mascarucci
Palermo conquista il titolo di città più trafficata d'Italia, seguita da Roma e da Messina. 
Peggiora Napoli e migliora Milano. Lo scettro di città più trafficata del mondo, invece, va a Città del Messico, seguita da Bangkok e Lodz, in Polonia. 
Lo studio, realizzato da TomTom Traffic Index,che prende in considerazione tutto il 2015, si basa sul rilevamento dei dati di 295 città - 77 in più rispetto allo scorso anno - in 38 Paesi. 
"Questo dato - spiega Luca Tammaccaro, Vice President Dach &Italy di TomTom - è influenzato da Paesi dell'Europa meridionale come l'Italia (-7%) e la Spagna (-13%). E in Italia Palermo e Roma riescono a battere non solo alcune delle più gradi città europee come Parigi e Bruxelles, ma anche megalopoli come Pechino. Palermo - che in classifica supera nell'ordine Roma, Messina, Napoli, Milano, Catania, Bari, Bologna, Torino e Firenze, ed è quarta nella classifica europea - presenta un indice di congestionamento pari al 41% (ovvero ci vuole il 41% di tempo in più per percorrere un tratto di strada trafficato rispetto al tempo che verrebbe impiegato in una situazione di traffico regolare)". 

Sud in tilt, Palermo capitale d'Italia del traffico: sorpresa a Milano
Secondo lo studio ogni giorno, nel capoluogo siciliano si perdono ben 38 minuti nel traffico, e in un anno il pendolare palermitano spende 147 ore della sua vita in coda. Per quanto riguarda Roma, seconda classificata, l'indice di congestionamento, invariato rispetto al 2014, e' pari al 38% (26% per i tratti autostradali mentre sulle strade urbane raggiunge il 41%). I giorni peggiori per gli automobilisti durante la settimana sono il mercoledì mattina e il giovedì sera (mentre i migliori sono il venerdì mattina e il lunedì sera), e in assoluto il giorno più trafficato dell'anno nel corso del 2015 e' stato il primo ottobre. 
Sorprende invece il dato di Milano: L'indice di congestionamento del capoluogo lombardo e' stato studiato su un totale di 16335 km totali suddivisi in 368 km di tratti autostradali e 15967 km di strade urbane. L'indice di congestionamento che ne è risultato e' stato pari al 29%.  Migliorano anche entrambi gli indici che riguardano il ritardo medio nell'ora di punta, che passa da 34 minuti a 33 mentre il tempo passato in coda dai milanesi nel corso dell'anno ammonta a 128 ore totali. Per i milanesi il giorno peggiore e' stato il 2 aprile 2015.
caricamento in corso...
caricamento in corso...