Porto Venere, figlio trova padre morto in mare: senza lavoro da 3 anni

22 settembre 2017 ore 8:40, intelligo
Tragedia a Porto Venere in provincia di La Spezia. Il cadavere di Angelo Bertacchini, 53 anni è stato rinvenuto in mare, ieri mattina attorno alle 11.30, nello specchio acqueo dell’Arenella. L’uomo era il fondatore di Astroradio, che da tre anni, da quando era stato costretto a chiudere l’emittente radiofonica per problemi di natura economica, aveva cercato una stabilità occupazionale, senza però riuscirci. A fare la tragica scoperta è stato il figlio Davide Bertacchini, 26 anni, che dopo aver visto un corpo che galleggiava in acqua si è tuffato e ha fatto la tragica scoperta: “Mi sono spinto al molo Italia perché pensavo che fosse uscito per andare a pescare. L’ho cercato a Spezia, ovunque. Poi, disperato, ho contattato i carabinieri, che hanno localizzato il suo cellulare. Così sono arrivato a Porto
Porto Venere, figlio trova padre morto in mare: senza lavoro da 3 anni
Venere e ho sentito urlare: ‘Aiuto, c’è un morto in mare’. Non ho avuto dubbi, mi sono buttato. Era il mio papà”. 

DEPRESSIONE L’uomo era entrato nel tunnel della depressione visto lavorava saltuariamente, ma sognava l’agognato posto di lavoro fisso, che sembrava non arrivare. Era in attesa di una risposta dalla cooperativa Maris ma ancora non si hanno riscontri sul l’esito della sua candidatura. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che hanno seguito le operazioni di recupero e svolgeranno gli accertamenti del caso. Il medico di SpeziaSoccorso non ha potuto far altro che constatare il decesso. I carabinieri e la guardia costiera hanno invece presidiato la zona, in attesa che arrivasse il medico legale che ha confermato la morte per annegamento.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...