Missione recupero: 17 capolavori rubati tornano nel museo Castelvecchio

23 dicembre 2016 ore 22:06, Andrea Barcariol
Stanno per tornare nel Museo di Castelvecchio i 17 quadri rubati il 18 novembre 2015. Il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, si è recato a Kiev, in Ucraina, per riportare in Italia le opere d'arte trafugate e ritrovate lo scorso 6 maggio grazie a una vasta operazione che ha visto impegnati carabinieri e polizia, coordinati dalla Procura della Repubblica di Verona, con la magistratura e le forze speciali moldave e ucraine. Ad accompagnarlo una delegazione di Stato, composta tra gli altri dal sindaco di Verona Flavio Tosi e dal comandante dei carabinieri Tutela Patrimonio Culturale Fabrizio Parrulli. "E' stata una grande collaborazione tra i due paesi - ha spiegato il ministro che ha incontrato il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko.- sono stati individuati e condannati i colpevoli, oggi le opere tornano in Italia e sarà un giorno di festa per Verona e tutto il Paese e soprattutto da questa storia nascerà una collaborazione più forte tra Italia e Ucraina per i beni culturali e le attività culturali".

Missione recupero: 17 capolavori rubati tornano nel museo Castelvecchio
Tra le opere d'arte trafugate: sei quadri di Tintoretto, uno di Rubens, Mantegna, Pisanello, Jacopo Bellini e  Giovanni Bellini, più altre sei di autori 'minori', per un valore stimato attorno ai 20 milioni di euro. "Oggi è una giornata di gioia e soddisfazione - ha sottolineato Franceschini - Ringrazio la magistratura, le forze dell'ordine, il corpo diplomatico e le autorità ucraine che hanno permesso di rimarginare una ferita dolorosa al patrimonio culturale italiano e mondiale".
caricamento in corso...
caricamento in corso...