Ragno violino velenoso morde ragazza nel sonno: dolori acuti e rischio intervento

23 dicembre 2016 ore 13:59, Americo Mascarucci
Ha avvertito un fortissimo dolore alla caviglia la mattina appena alzata dal letto e vedendo che il dolore si acuiva sempre di più si è fatta portare al pronto soccorso.
I medici sul principio non sono riusciti a capire da cosa derivasse, poi le analisi hanno finalmente dato la risposta.
Una risposta inquietante perché quel dolore era la conseguenza del morso del Loxosceles rufescens, il cosiddetto ragno violino. 
Protagonista della disavventura una ragazza 25enne di Pordenone che ora rischia di dover subire un intervento chirurgico.
Il ragno violino è uno dei pochi aracnidi velenosi che si trovano in Italia.
Probabilmente si era insinuato fra le lenzuola del letto e ha morso la ragazza nel sonno.
L'animale di piccole dimensioni vive nell'ombra e morde solo se minacciato, o se lo si tocca inconsapevolmente, ad esempio girandosi nel letto come deve essere accaduto alla ragazza di Pordenone.
Ragno violino velenoso morde ragazza nel sonno: dolori acuti e rischio intervento

Ha sei occhi raggruppati in tre coppie, invece che gli otto occhi della maggior parte dei ragni. La femmina ha il corpo lungo 8–13 mm, il maschio, più piccolo, è caratterizzato da zampe più lunghe. 
Spesso sul cefalotorace è presente una macchia scura a forma di violino col manico che si estende verso l'addome, caratteristica da cui deriva il nome comune del ragno. 
La tela è scarsamente usata nella caccia, per cui il ragno si allontana da questa per predare. 
Tipicamente il maschio si allontana dalla tela di notte per andare in cerca della femmina. 
Non è un ragno aggressivo e se disturbato tende ad allontanarsi, ma può casualmente rintanarsi fra lenzuola o vestiti, aumentando le probabilità di mordere.
Il veleno ha azione necrotica sui tessuti colpiti e nei soggetti allergici può dar vita al cosiddetto loxoscelismo, con formazione di un'ulcera che può estendersi di alcuni centimetri e che, dopo trattamento medico, tende a guarire dopo parecchie settimane, lasciando al suo posto una cicatrice più o meno estesa. 
Il potenziale pericolo è comunque dipendente dalla localizzazione del morso. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...