"No ai neri", Breno contro i migranti. Il sindaco: "Cittadini esausti"

24 agosto 2017 ore 17:38, intelligo
"No ai neri e alle coop". È questa la scritta comparsa sui muri per l’arrivo di 15 minori stranieri non accompagnati nei locali di una ex scuola, nel Piacentino, a Breno di Borgonovo. I migranti africani contro cui si è alzata la protesta di alcuni cittadini hanno tra i 13 e i 17 anni i 15. I cancelli della struttura di accoglienza alla quale erano destinati ieri sera sono stati sbarrati da un muro di balle di fieno, e sul muro esterno sono apparse scritte non proprio di benvenuto. 
'No ai neri', Breno contro i migranti. Il sindaco: 'Cittadini esausti'
LE PROTESTE
Come riferisce il sito Piacenzasera.it, balle di fieno sono comparse davanti all’ingresso della struttura, di proprietà di un privato in gestione ora ad una cooperativa e destinata all’accoglienza del gruppo di minorenni. Circa dieci persone residenti della zona hanno manifestato davanti all’ex scuola della frazione per dire no all’arrivo degli ospiti. Sul posto i carabinieri della stazione di Borgonovo, che dopo aver rimosso il fieno che ostruiva il passaggio, hanno identificato i presenti. Non si sono verificate problematiche di ordine pubblico e la situazione è tornata poco dopo alla normalità. Il sindaco di Borgonovo, Pietro Mazzocchi, ha spiegato che i migranti inizialmente era 14 e sono stati avviati in progetti di lavori socialmente utili, poi sono diventati 26 e ora oltre 40. «Le persone ormai mal sopportano questi ingressi», ha detto il primo cittadino.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...