Attacco anti-Isis a Mosul, liberato aeroporto: raid quasi in Siria

24 febbraio 2017 ore 16:52, Americo Mascarucci
Le forze irachene hanno riconquistato la maggior parte dell'aeroporto di Mosul controllato dall'Isis e un ampio settore della base militare adiacente dopo una giornata di dura battaglia. E' l'annuncio dato dagli ufficiali dell'esercito di Baghdad. 
Intanto, l'aviazione irachena ha effettuato i primi bombardamenti su postazioni dell'Isis in Siria. Lo ha annunciato il premier iracheno Haidar al Abadi.
I combattimenti sarebbero stati molto violenti, l'Isis avrebbe utilizzato almeno 7 autobombe. Scontri anche nel distretto di al-Maamun. 
Il bilancio sarebbe di almeno quattro soldati iracheni uccisi e tre feriti, mentre lo scalo è stato distrutto dal fuoco incrociato dell'Isis e dei raid aerei della coalizione a guida americana.
Attacco anti-Isis a Mosul, liberato aeroporto: raid quasi in Siria

L'avanzata è infatti supportata dai bombardamenti dei caccia e degli elicotteri Apache.
Nel comunicato dell'ufficio del Premier si precisa che i raid sono stati condotti stamani alle prime ore del giorno contro la cittadina siriana frontaliera di Albukamal e della frazione vicina di Hussayba, vicino al confine con la regione irachena di Anbar. 
Secondo il comunicato i raid sono stati ordinati dal premier in risposta alle rivendicazioni da parte dell'Isis dei recenti attentati suicidi compiuti a Baghdad. 
Per quanto riguarda la Siria ieri a Ginevra hanno preso il via i colloqui tra forze governative e opposizioni con la mediazione del Segretario generale dell'Onu Staffan De Mistura. Si tratta del quarto tentativo delle Nazioni Unite di avvicinare le due parti a 15 giorni dal sesto anniversario dello scoppio delle proteste popolari e dell'inizio di una delle più grandi tragedie umanitarie. 
#mosul #isis #aeroporto
caricamento in corso...
caricamento in corso...