Corea, Nord e Sud tra minacce e "oggetti misteriosi" di Pyongyang: Usa e Russia fermi

24 marzo 2016 ore 15:07, intelligo
La Corea del Nord e la Corea del Sud non sono mai andate d'accordo. E dopo che la prima ha testato un nuovo booster a combustibile solido per i suoi razzi, la seconda certo non starà lì a consentire che il peggio possa avvenire. Per il leader Kim Jong si tratta di sviluppo del Paese, ma non come lo intenderemmo noi. Infatti, le parole hanno un peso, vuole "portare grande orrore e terrore nel cuore del nemico". Se pensate che la frase sia frutto di una cattiva sintesi giornalistica non è così. In realtà stata riportata così come ricevuta dall'agenzia di stampa ufficiale Kcna.
E non sono solo parole. Due missili a corto raggio sono stati lanciati verso il Mar del Giappone, a nordest della città portuale di Wonsan anche per "punire" le esercitazioni degli Stati Uniti a Seul:“Siamo pronti a fronteggiare eventuali altre provocazioni” ha annunciato il capo di Stato maggiore di Seul. 
Intanto dal Sud ci si attrezza con sanzioni unilaterali. Il risultato è l'annullamento degli accordi bilaterali firmati con Seul deciso dal Comitato per la riunificazione pacifica della Corea e sempre rilanciato dall’agenzia stampa ufficiale ‘Kcna’. 
Il distretto industriali di Kaesong e il resort di Diamond Mountain intanto pagano pegno mentre Usa e Russia guardano da lontano senza interferire. Mentre “il nemico imperialista" tace, visto l'ultima minaccia sull'uso "della mini bomba atomica,  preoccupa l’oggetto misterioso mostrato da Pyongyang. Cos'è?
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...