Gli attentatori di Parigi tutti in un video: così minacciano ancora l'Occidente

25 gennaio 2016 ore 14:50, Americo Mascarucci
L’Isis torna a farsi viva e lo fa con un video girato prima degli attentati di Parigi dal momento che vi compaiono i nove attentatori. 
"Non smetteremo mai di combattervi, nei viaggi turistici, in quelli di lavoro o mentre state dormendo nelle vostre case", dice Abdelhamid Abaaoud, ritenuto la mente degli attentati nella capitale francese del 13 novembre, morto poi durante il blitz della polizia in un appartamento di Saint-Denis. 
Abaaoud, belga di origini marocchine, è infatti associato all'attacco alla rivista satirica Charlie Hebdo, a Parigi nel gennaio 2015, ed è ritenuto come detto una delle menti degli attacchi sempre a Parigi nel novembre scorso. 
L’obiettivo appare evidente: terrorizzare la popolazione francese e dimostrare loro come in qualsiasi momento il terrorismo sarà pronto a colpire di nuovo. 
A diffondere il filmato – spiega il sito Site Intelligence Group – è stato al Hayat, media arabo considerato vicino allo Stato islamico. Nel video si vedono 9 presunti terroristi: 4 sarebbero di nazionalità belga, 3 francesi e 2 iracheni. Quattro di loro effettuano anche delle decapitazioni (tra cui Abu Fuad e Abu Qital), un altro spara a dei prigionieri. Poi vengono mostrati i volti e i nomi degli attentatori, accompagnati dalla scritta "May Allah accept him", "che Allah possa accettarlo". Nel video viene minacciata anche la Gran Bretagna per la sua decisione di effettuare raid aerei in Siria e Iraq. 

"Il video - spiegano ancora gli esperti di Site - mostra come la maggioranza degli attentatori di Parigi hanno passato un periodo nei campi di addestramento dell'Isis in Iraq e in Siria". La scena delle decapitazioni è terribile. All'inizio le immagini si fermano, come si volesse evitare di riprendere la parte più cruenta della scena. Poi, come se il nastro fosse riavvolto, si mostrano le esecuzioni nella loro interezza. 
Nel corso del video anche un attacco ad alcuni dei social media più famosi. Tra questi c'è anche Twitter. L'accusa che i militanti del califfo Abu Bakr al Baghdadi da tempo muovono alla Silicon Valley è quella di lavorare con l'amministrazione Obama per spegnere la voce dei terroristi islamici sul web.
"Nessuna minaccia ci farà paura, o dubitare nella Francia, su ciò che il paese deve fare per combattere il terrorismo". 
Gli attentatori di Parigi tutti in un video: così minacciano ancora l'Occidente
Sono le parole di commento al video da parte del presidente francese Hollande, in visita ufficiale a Nuova Delhi. "Queste immagini non fanno che dequalificare gli autori di questo crimine", ha aggiunto. 
Il ministro degli interni Bernard Cazeneuve, in un’intervista a France 5 ha spiegato che dall’anno scorso sono stati sventati dagli 007 francesi numerosi attentati.

caricamento in corso...
caricamento in corso...