Valanga di critiche su Porta a Porta: Francesca parla di Stefano disperso ma è morto

25 gennaio 2017 ore 16:49, intelligo
"#Rigopianohotel la superstite Francesca a #portaaporta racconta stasera 50 ore di buio.". Così cita il tweet della trasmissione di Bruno Vespa che poi scatenerà una bufera di polemiche. 
?Alle 23:05 su Rai1 è andata l'intervista a Francesca Bronzi ma non è propria una sorta di post-Vermicino, perchè la diretta non c'è. Non come quando a Concetta Serrano fu annunciato mentre era in diretta che la sua Sarah (Scazzi) era stata uccisa e che c'èera un reo confesso.
L'hotel Rigopiano è un dramma che è stato seguito h24, ma non il giorno in questione. D'altronde la vicenda ormai ci concentra sul recupero dei cadaveri e la speranza di trOVare qualcuno vivo si sta assottigliando. Così la puntata va in onda ma è registrata. Nessun collegamento dai luoghi della tragedia in diretta ma un'intervista speciale, a Francesca Bronzi, una dei sopravvissuti alla tragedia del resort distrutto dalla slavina, salvata e curata all'ospedale di Pescara. La sua testimonianza è toccante, racconta quelle 50 ore nel silenzio, al freddo e al buio, poi ricorda la mano del fidanzato Stefano Feniello ancora non recuperato. 
Al momento della registrazione della puntata infatti era considerato ancora un disperso. Francesca spera, la sua voce risuona nelle case degli italiani, ed è piena di pianto, di momenti di singhiozzo, ma ancora labilmente accarezza l'idea di poter riabbracciare Stefano. Purtroppo dalla stampa e dai media la tragica conferma c'è stata: lui è morto. E' il tatuaggio che accerta la sua morte, il riconoscimento del corpo lo ha fatto il padre. 





autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...