Cosa vuol fare Michael Kors comprando le scarpe di Jimmy Choo

25 luglio 2017 ore 21:56, Luca Lippi
Per 1,2 miliardi di dollari la statunitense Michael Kors ha comprato l’azienda di scarpe, borse e accessori di lusso Jimmy Choo. In realtà è un matrimonio necessario quello tra  Michael Kors e Jimmy Choo, è una questione puramente commerciale (come potrebbe essere il contrario), nella sostanza è la fusione tra un marchio famosissimo principalmente per le borse (Michael Kors) e un’azienda famosissima per le scarpe  (Jimmy Choo). Sembrerà strano, ma la Borsa adora le aziende che abbinano borse alle scarpe.
Le vendite di Jimmy Choo, azienda britannica, sono calate negli ultimi anni, e l’obiettivo di Kors è farle superare il miliardo di dollari l’anno, diversificare l’offerta puntando anche alle calzature da uomo, e aprire a nuovi mercati come quello asiatico.
Cosa vuol fare Michael Kors comprando le scarpe di Jimmy Choo
Jimmy Choo fu fondata nel 1996 dal calzolaio malese Jimmy Choo insieme a Tamara Mellon, allora direttore della sezione accessori di Vogue britannico: le sue scarpe di lusso divennero subito famose tra attori, cantanti e celebrità, e pare fossero le preferite di Lady Diana. Al loro successo ha contribuito anche Sarah Jessica Parker e il suo personaggio Carrie Bradshaw, che le indossa spesso in Sex and the City. Per comprare un paio di scarpe ci vogliono almeno 400 euro, ma si può arrivare anche a 1.500 euro.
L'acquisto di Jimmy Choo da parte di Michael Kors è il modo perfetto per rispondere alla rivale Coach Inc,  che all’inizio del 2017 aveva acquisito Kate Spade & Co.  Jimmy Choo, invece,  era stato acquisito e rivenduto dai fondi di investimento per ben tre volte prima dell'approdo a Jab holding  nel 2011 per oltre mezzo miliardo di sterline. Il veicolo della famiglia Reimann aveva ceduto una prima quota nel 2014, mantenendo il controllo del 68% dell'azienda, per poi procedere alla cessione completa. 
Michael Kors  ha così lanciato un’offerta da 896 milioni di sterline (circa un miliardo di euro), con un premio del 36,5% rispetto al prezzo delle azioni con un pagamento in contanti di 230 pence per ogni azione. Le azioni Jimmy Choo alla Borsa di Londra guadagnano poco più del 17% a 228,25 pence. Il brand, che conta più di 150 negozi al mondo, ha registrato nel 2016 un fatturato pari a 364 milioni di sterline (+15% sul 2015) e un utile netto per 15,4 milioni sotto la guida, dal 2012, del ceo Pierre Denis (ex Lvmh). Nel 2016 il valore delle azioni è quasi raddoppiato.

#Jimmy Choo #Michael Kors #Borsa #Lusso #Scarpe #Borse
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...