Erin Moran, verità da autopsia: uccisa dal cancro, ma dietro la droga

26 aprile 2017 ore 11:50, Americo Mascarucci
Erin Moran, la popolare Jonie  della serie Happy Days non è morta a causa della droga come molti avevano ipotizzato in un primo momento ma uccisa da un cancro incurabile al quarto stadio. Non ci sono dubbi, a stabilirlo sono infatti i risultati dell'autopsia che tuttavia non smentiscono del tutto l'ipotesi che l'attrice possa aver fatto anche uso di stupefacenti. "Sono stati eseguiti gli esami tossicologici e siamo in attesa dei risultati. Tuttavia, non sono state ritrovate sostanze illegali nell'appartamento" riferiscono le autorità che dunque legano al cancro il decesso della Moran. Insomma, la droga non sarebbe la causa principale della morte ma non è da escludere che possa comunque aver fatto parte delle ultime ore di vita dell'attrice. Lo diranno le analisi.
Erin Moran, verità da autopsia: uccisa dal cancro, ma dietro la droga

IL MARITO - Ad avvalorare la tesi degli investigatori il marito Steve Fleischmann che in una lettera diffusa dagli organi di stampa racconta il calvario della moglie alle prese con il cancro. "Alla fine di febbraio, Erin non riusciva più a parlare, mangiare o bere - racconta - Aveva un sondino per alimentarsi e le davo da mangiare dalle 6 alle 8 volte al giorno"
L'uomo ha raccontato anche gli ultimi istanti di vita dell'attrice: "Era nel letto, mi sono steso accanto a lei e ho tenuto la sua mano destra nella mia sinistra. Mi sono addormentato, mi sono risvegliato un'ora più tardi. Ancora le tenevo la mano ma lei se n'era andata".
A far sosperttare l'abuso di droga dietro la morte della Moran il fatto che negli ultimi anni l'attrice aveva avuto guai seri con l'alcool ed era caduta in disgrazia. Tempo fa venne cacciata dalla roulotte, in cui viveva con il suo compagno dalla madre di lui, perché continuamente ubriaca. La coppia infatti era ospite nella roulotte della suocera di Erin, in un camping dello stato di New Salisbury, nell'Indiana, lo stato in cui è stata trovata morta. Negli ultimi tempi viveva con il suo compagno e i cani in motel che cambiava in continuazione. 

IL DECLINO - Dopo il periodo d'oro della notorietà Erin aveva attraversato dei periodi molto duri in cui si era ritrovata in ristrettezze economiche. Aveva sfogato i suoi guai e la sua tristezza con l'abuso di alcool e di droga, conducendo una vita irregolare e traumatica.  L'attrice è l'unica ad aver fatto sempre parte del cast fin dalle prime puntate ed ha interpretato il personaggio di Joanie anche in un altro telefilm, "spin-off Jenny e Chachi", in cui il co-protagonista era Scott Baio. Scott era stato suo partner in Happy Days nel ruolo di Chachi Arcola, il cugino di Fonzie. La parte le fece vincere lo Young artist Award nel 1983 e in seguito interpretò ruoli sporadici in film poco noti e alcune comparsate in programmi televisivi. In Italia partecipò alla trasmissione I Migliori Anni nel 2010.

#erinmoran #cancro #morte

caricamento in corso...
caricamento in corso...