Caso Yara: un branco e 711 testimoni per Bossetti

26 giugno 2015, Micaela Del Monte
Caso Yara: un branco e 711 testimoni per Bossetti
Manca una settimana all'inizio del processo di Giuseppe Bossetti, l'uomo accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio.

I legali del muratore di Mapello hanno depositato al tribunale di Bergamo la lista dei testi: 711, appunto, oltre a una cinquantina di consulenti scientifici. Tra i nomi figurano familiari di Bossetti, conoscenti e vicini di casa dei Gambirasio e frequentatori del centro sportivo di Brembate, tutti chiamati a testimoniare in favore dell'uomo. La tattica è quella di smontare la prova del Dna trovato sugli indumenti di Yara. Mentre il pm Letizia Ruggeri ha risposto chiedendo 120 testimonianze, come scrive “Il Giorno”. Nell’elenco dell’accusa figura anche Alma Azzolin, di Trescore Balneario che gli inquirenti ritengono fondamentale per provare che Yara e Bossetti si conoscevano già.

Ma i difensori di Bossetti avrebbero tirato in ballo una nuova tesi secondo la quale ad uccidere la ragazza sarebbe stato un gruppo di ragazzi.  "Non abbiamo l'asso nella manica - ha dichiarato infatti il legale di Bossetti Claudio Salvagni su Telelombardia -, ma Yara è stata uccisa da un branco di ragazzi malati. E' un delitto maturato in ambito giovanile, legato al bullismo". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...