Orlando a Vicenza tra le proteste: carcere, nuovo tribunale e ordine avvocati in agenda

26 luglio 2016 ore 15:37, Luca Lippi
Tribunali e carceri in tour per il Ministro della Giustizia Orlando che oggi a Vicenza ha fatto visita prima al casa circondariale San Pio X, poi al nuovo Tribunale di Borgo Berga, nel pomeriggio prima di rientrare è in agenda un incontro nella sede dell’ordine degli avvocati.
Prima tappa, dunque, il carcere di Vicenza dove è stata inaugurata la nuova ala, un padiglione nuovo di zecca capace di accogliere 200 persone. 
Attorno alle 12.30 il Ministro si è spostato nel nuovo tribunale di Borgo Berga che ha poi visitato, incontrando tra gli altri il Procuratore Capo Antonino Cappelleri. 
Il ministro all’interno del carcere San Pio X ha scoperto una lapide intitolata a Filippo Del Papa, agente penitenziario ucciso nel compimento del proprio dovere negli anni Quaranta e ha tenuto una relazione sulla situazione delle carceri.
Sia all'esterno del carcere che all'estero del tribunale ci sono state delle manifestazioni di protesta, tenute sotto controllo dalla forze dell'ordine: nel primo caso a protestare è stata la polizia penitenziaria che lamenta la scarsità di organico all'interno del penitenziario berico, mentre nel secondo caso si è registrata la presenza di un gruppo di ex soci delle due principali banche venete, le cui azioni sono crollate. Questi ultimi non hanno comunque incontrato il Ministro, che è stato fatto entrare dai garage sotterranei e non dall'ingresso principale.

Orlando a Vicenza tra le proteste: carcere, nuovo tribunale e ordine avvocati in agenda

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando raggiunto il tribunale di Vicenza, ha detto di aver "sollecitato il Csm per l'adeguamento degli organici". Una carenza, quella delle toghe, che coinvolge anche il Veneto e, in questa fase, specie il palazzo di Giustizia di Vicenza, che coadiuva le inchieste sulla Banca Popolare di Vicenza. Prosegue nelle dichiarazioni il Ministro: "L'aumento dell'organico dei magistrati in Veneto è una decisione che è stata presa a prescindere dalle inchieste sulle banche venete. Il Veneto è considerato regione fondamentale dal punto di vista economico, e l'economia veneta per funzionare in modo corretto deve essere sostenuta da un sistema giudiziario efficiente".
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...