Allarme stupri nel Cara di Mineo, Meluzzi: "Ciliegina in un grande museo dell'orrore"

26 maggio 2017 ore 14:09, Americo Mascarucci
"Ci sono molte donne che vivono nel Cara di Mineo che hanno paura di essere stuprate". Così il procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera parlando dei numerosi casi di abusi registrati e non tutti denunciati nel centro di accoglienza. La vittima, una giovane migrante nigeriana, ha ricostruito momenti di paura vissuti all’interno del suo alloggio quando un giovane pakistano, 33 anni, ha divelto la porta d’ingresso, l’ha schiaffeggiata e denudata e poi ha abusato di lei. L’aggressore ha desistito solo dopo l’intervento di un altro inquilino ospite dell’alloggio che rientrando in quell’abitazione per raggiungere la sua stanza, è stato attratto dalle urla della giovane migrante.
Dopo la denuncia della vittima, le indagini dei poliziotti del Commissariato di Caltagirone, hanno portato all’arresto dell’uomo per violenza sessuale. 
Ma come mai nessuno parla di questo aspetto oscuro dell'accoglienza? Forse perché a stuprare queste povere donne sono i migranti? se fossero stati italiani c'è da scommettere il clamore sarebbe stato molto più forte? Probabilmente avremmo ascoltato parole di fuoco da tutte le istituzioni a cominciare dal presidente della Camera Laura Boldrini sempre molto sensibile al tema della violenza sulle donne. Invece silenzio assoluto. Perché? Intelligonews lo gìha chiesto allo psichiatra Alessandro Meluzzi. 

Il procuratore di Caltagirone denuncia come ogni giorno nel Cara di Mineo avvengano abusi nei confronti di donne ospiti da parte di migranti. Ha parlato di molti casi non denunciati e della paura che le donne immigrate hanno di restare lì. Ma perché nessuno ne parla?

"E' terrificante. Nei Cara succede di tutto. Emblematica da questo punto di vista la dichiarazione resa dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, straordinario ed eroico magistrato, che ha detto a chiare lettere come sul Cara di Crotone la 'Ndrangheta abbia ricavato 36 milioni di profitti in un anno. In una situazione di malaffare dilagante lo stupro delle donne ritengo rappresenti la ciliegina sulla torta in un grande museo dell'orrore".

Non è il caso di lanciare un appello alla presidente della Camera Boldrini affinché alzi la voce contro gli abusi delle donne immigrate nei Cara da parte di altri migranti? Se autore delle violenze fossero stati italiani?

"Ma quale appello? La Presidente Boldrini faccia la presidente della Camera e per favore non mi faccia aggiungere altro". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...