G7 Taormina al via, fra Trump e Merkel subito scintille: "Tedeschi cattivi"

26 maggio 2017 ore 15:55, Americo Mascarucci
Non si può certo dire che il G7 di Taormina sia iniziato sotto i migliori auspici. Che non sarebbe stato all'insegna della cordialità lo si era capito da subito, consapevoli di come il convitato di pietra fosse il globalismo. Donald Trump con la sua politica protezionista intende porre un freno al mercato globale proteggendo il mercato interno, mentre l'Unione Europea è la principale paladina del mercato libero e senza vincoli. La libera circolazione delle merci che Trump vede come il fumo negli occhi.
G7 Taormina al via, fra Trump e Merkel subito scintille: 'Tedeschi cattivi'
.
Il Presidente Usa sembra arrivato a Taormina con propositi bellicosi rivolti soprattutto contro il principale paese europeo, la Germania. 
Alla vigilia del vertice il presidente Usa ha avuto parole davvero poco amichevoli nei confronti della Merkel. "I tedeschi sono molto, molto cattivi" avrebbe detto. Per Tump in Germania si venderebbero troppe auto tedesche fatto questo che avrebbe favorito la Germania facendolo avere un suplus commerciale rispetto all'America. Ragione per cui l'inquilino della Casa Bianca avrebbe annunciato misure per limitare la commercializzazioni delle auto tedesche. Posizioni davvero dirompenti alle quali ha provato a fare argine il presidente della Commissione europea Juncker che ha smentito un atteggiamento aggressivo di Trump nei confronti della Germania e dicendosi convinto che alla fine un accordo si troverà.

IL CLIMA - Altro terreno di scontro il clima. Trump sin dalla campagna elettorale ha promesso di sconfessare gli accordi precedentemente presi da Obama a Parigi con i quali l'America si è impegnata a sostenere la lotta ai cambiamenti climatici. Per Trump non esisterebbe un'emergenza ambientale e il clima sarebbe un falso problema. Per questo ha promesso, prima e dopo le elezioni, che non applicherà misure contro le industrie americane per ridurre il peso delle emissioni di Co2. Anche su questo punto le divergenze restano forti anche se il "pompiere" Juncher sembra ottimista anche su questo. 
Intanto se il buongiorno si vede dal mattino c'è davvero poco da stare allegri. L'unico allegro è sembrato il premier italiano Paolo gentiloni nell'accogliere gli ospiti internazionali. Ma che il vertice possa concludersi positivamente questo è tutto da vedere. 

#g7 #taormina #trump #merkel
caricamento in corso...
caricamento in corso...