Lo scatto di rivalsa di Facebook su Snapchat: rivoluzione foto con l’app (che non c’è)

27 aprile 2016 ore 10:49, intelligo
di Luciana Palmacci


Un’indiscrezione dal sito del Wall Street Journal rende noto che il social network di Mark Zuckerberg stia progettando un'app che consenta di scattare foto e di registrare video, integrando la possibilità di trasmettere questi ultimi in diretta, via streaming. Sarà diversa dalla app Fotocamera preinstallata nel cellulare, e richiederà pochi passaggi per scattare una foto o catturare un video e subito condividerlo sulla rete. 

Lo scatto di rivalsa di Facebook su Snapchat: rivoluzione foto con l’app (che non c’è)
Una sfida a Snapchat, che piace tantissimo ai giovanissimi e che forse, con il crescente aumento di utenti iscritti, sta rubando la scena a Facebook. Questa una delle giustificazioni che spiegherebbero l’iniziativa del social per cercare di convincere i suoi utenti a condividere di più e limitare la perdita di interesse che questi sembrano avere nei suoi confronti. Un rapporto pubblicato all'inizio di questo mese dal The Information ha registrato infatti un calo del 21% dei contenuti originali condivisi dagli utenti nell'arco dell'ultimo anno, o meglio gli utenti condividono, commentano, esprimono meno like.

Il progetto comunque sia è ancora agli inizi e potrebbe anche non arrivare al lancio, ma riflette lo sforzo di Zuckerberg nel cercare di ottenere una platea sempre più attiva. Molti utenti si collegano al social network per controllare ciò che succede anche più volte al giorno, ma sono sempre meno quelli che condividono foto, video o aggiornamenti sulla propria vita. In ultimo per rendere le funzionalità ancora più accattivanti del “nemico” Snapchat, Facebook ha da poco acquisito anche l'app Msqrd che fa aggiungere filtri divertenti a foto e video da condividere.

Ma non è la prima volta che Facebook cerca di allargare i propri orizzonti "copiando" alcune funzionalità dei social concorrenti. Ricordiamo che meno di una settimana fa avrebbe pensato di permettere ai propri iscritti di donare piccole quantità di denaro alle pagine e alle persone che si segue di più, oltre alla possibilità di incorporare un link per donazioni e un pulsante per compiere "azioni" e acquisti, raggiungendo così un modello molto simile a quello della monetizzazione di YouTube.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...