Oderzo, divampa rogo al centro commerciale: distrutti anche 50 posti di lavoro

27 febbraio 2017 ore 12:43, Micaela Del Monte
Un pauroso incendio ha investito, e parzialmente distrutto, il centro commerciale Parco Stella di Oderzo. nel Trevigiano. Il rogo è partito intorno alle 20 di sabato 25 febbraio per cause ancora da accertare e le fiamme si sono propagate velocemente alle strutture, avvolgendole e creando altissime lingue di fuoco visibili da vari punti della città. L'incendio ha completamente ha distrutto i negozi Unieuro e Eurobrico. Le fiamme infatti sono state alimentate tra i materiali plastici dei negozi specializzarti in elettrodomestici, telefonia e bricolage.

Oderzo, divampa rogo al centro commerciale: distrutti anche 50 posti di lavoro
A domare l'incendio sono intervenute una quindicina di squadre dei vigili del fuoco provenienti da Treviso, Motta di Livenza, Conegliano, Pordenone e Mestre, per un totale di cinquanta uomini coinvolti che hanno lavorato tutta la notte e parte della mattina di domenica. Fino a tarda serata non è stato possibile escludere morti o feriti. Da ieri sera è presente sul posto il Nucleo Investigativo Antincendio Territoriale per le prime indagini sull'origine dell'incendio, non si sa ancora se sia stato doloso o accidentale. L'area è stata posta sotto sequestro. Sul posto si sono portati gli uomini dell'Arpav per verificare eventuali rischi ambientali e per la salute. "Ieri sera l'Arpav ha eseguito i prelievi dell'aria nei pressi dell'incendio e in altri luoghi sensibili della città - ha sottolineato il sindaco di Oderzo, Maria Scardellato - ed i risultati delle analisi sono tali da garantire che non vi è alcun pericolo per la salute dei cittadini. La situazione è comunque tuttora monitorata".

Intanto si cominciano a contare i danni. Al momento si parlerebbe di cento milioni. Molto dipenderà dalle perizie della merce andata in cenere nei magazzini di Unieuro (sul lato sinistro vicino al grande magazzino avrebbe avuto origine il rogo) e Eurobrico e dai costi della “pulizia”. A causa dell’incendio 50 dipendenti sono rimasti senza lavoro. La Procura di Treviso ha disposto il sequestro dell'aerea per ricostruire le cause dell'incendio e valutare elementi di responsabilità che, escluso il dolo, potrebbero essere di natura colposa.
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...