Russia, Putin non sceglie il silenzio: declassati da Standard & Poor's per ordine di Washington

27 gennaio 2015 ore 11:35, intelligo
ovettoLa decisione di Standard & Poor's? Semplice: ha abbassato il rating sul debito sovrano della Russia a livello 'spazzatura' per scelta politica. Così la pensa la Russia che parla di decisione politicamente motivata che è stata effettuata "su diretto ordine di Washington" . Le parole durissime sono del portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov e non fanno ben sperare sul futuro dei rapporti e sulle voci di una nuova guerra fredda in atto. Peskov che però dimentica, scrive l'Agi, i pessimi rapporti tra l'agenzia e l'amministrazione Obama da quando nel 2011 S&P tolse la tripla 'A' al debito pubblico americano. Non solo. Nel 2013 Washington citò in giudizio l'agenzia per 5 miliardi di dollari per aver "sopravvalutato alcuni titoli immobiliari" contribuendo alla crisi dei mutui subprime del 2008. (ma.mo)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...