Niente più brutti ricordi, scienza (e farmaci) li possono cancellare

27 giugno 2017 ore 9:18, Andrea Barcariol
Eliminare i ricordi spiacevoli dalla mente, quelli che vi tormentano e vi provocano ansia. Niente psicologo, bastano alcuni farmaci secondo i ricercatori del Columbia University Medical Center, guidati dal professor Samuel Schacher. Lo studio, pubblicato sulla rivista specializzata Current Biology, è per ora stato condotto su un mollusco marino, l'Aplysia.

Niente più brutti ricordi, scienza (e farmaci) li possono cancellare
Questi farmaci permetterebbero di curare le persone affette da disturbo da stress post traumatici eliminando gli aspetti delle memorie che causano manifestazioni di ansia incontrollabile e immotivata senza influire su altri importanti ricordi degli eventi passati. Durante gli eventi fortemente emotivi o traumatici, il cervello può registrare e codificare non solo le informazioni essenziali su quello che è accaduto, ma anche informazioni su aspetti incidentali. Sono queste informazioni incidentali, in realtà neutre rispetto all'evento, a innescare spesso attacchi di ansia e panico anche molto tempo dopo l'evento.
In situazioni del genere cancellare quei momenti negativi dal cervello potrebbe rivelarsi la soluzione migliore, ma un’impresa del genere sembra un’azione degna dei film di fantascienza. In tanti a Hollywood hanno affrontato questa tematica, da Strange Days a Johnny Mnemonic. Attraverso gli esperimenti, agendo su determinate molecole associate a determinate proteine collegate a loro volta alla memoria a lungo termine, i ricercatori sarebbero riusciti a cancellare determinati ricordi senza intaccare la memoria complessiva. Una tecnica che, in futuro, potrebbe essere applicata agli esseri umani, permettendo ad esempio di cancellare brutti ricordi che fanno tornare alla mente esperienze negative vissute in passato. L’intento ultimo dei ricercatori statunitensi è quello di agire anche sui ricordi non associativi, ovvero ricordi non per forza associati ad un evento traumatico ma che riescono comunque a provocare paura o ansia nella persona che ne soffre.

#ricordi #studio #salute
caricamento in corso...
caricamento in corso...