Renzi abbandonato, da Veltroni a Prodi "che sposterà la tenda lontano"

27 giugno 2017 ore 16:52, intelligo
"Leggo che il segretario del Partito democratico mi invita a spostare un po' più lontano la tenda. Lo farò senza difficoltà: la mia tenda è molto leggera. Intanto l'ho messa nello zaino": arriva l'affondo di Romano Prodi in una nota, e sembra un messaggio in codice tra boyscout.
Si aggiunge al coro degli attacchi a Renzi anche il professore, dopo quelli lanciati da Walter Veltroni dalle pagine di Repubblica: "A Renzi ho sempre riconosciuto - ha detto oggi - che la sua ispirazione di fondo somigliava a quella del Lingotto. Ma ora, e gliel'ho detto con sincerità, faccia a faccia, gli consiglio di cambiare passo, serve una nuova stagione". Poo ha osservato che "resta una grande risorsa e non possiamo permetterci di aprire una fase di discussione sulla leadership, ma questo comporta che la leadership mostri la sua dimensione programmatica e che dimostri di aver capito che questa è la fase dell'inclusione". 
Renzi abbandonato, da Veltroni a Prodi 'che sposterà la tenda lontano'
A dieci anni esatti dal suo Lingotto, anche questo fallimentare, Veltroni si è sentito di pronunciare parole dure e secche: "Si è rotto qualcosa tra la democrazia e i giovani. Parte degli astenuti sono ragazzi che pensano la politica come orrore o strumento inutile. Dissi allora che la priorità per la sinistra moderna era la lotta alla precarietà. Lo penso ancora". "L'idea che entusiasmò tanti giovani - ha aggiunto poi Veltroni - stava nella costruzione di un soggetto che non voleva essere né l'ampliamento dei Ds, come qualcuno ha preteso poi di fare, né la prosecuzione della Margherita, come invece sembra essere oggi". 
Insomma la rottamazione è tornata ma stavolta tocca a Renzi. Quando ci sono troppi capicorrente e capibastone che danno le carte e giocano al 'taglia fuori' secondo Veltroni la politica è quella vecchia, altro che nuovo. 

#prodi #renzi #veltroni #pd
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...