100 mln di pillole hot senza ricetta: sexyshop nuove farmacie dell'amore

27 marzo 2017 ore 16:50, Americo Mascarucci
Sempre più persone si rivolgono al mercato parallelo per ricevere le pillole dell'amore soprattutto per combattere la disfunzione erettile degli uomini. E i canali privilegiati per la vendita senza ricetta e prescrizione medica restano i sexy shop. In Europa è boom del 'fai da te': oltre 100 milioni sono infatti le pillole vendute nel 2016 senza ricetta, 19 milioni in Italia, la maggior parte delle quali appunto nei sexy shop.
A certificarlo uno studio internazionale intitolato 'Erectile Dysfunction European Users Survey' coordinato da Emmanuele A. Jannini dell'Università di Roma Tor Vergata, presentato al Congresso della European Association of Urology (EAU) in corso a Londra. 
COSA E' LA PILLOLA DELL'AMORE
Le pillole dell’amore – rappresentano un rimedio ideale contro la disfunzione erettile e vanno considerate una scoperta importante della scienza, perché hanno potuto restituire a un enorme numero di uomini una virilità perduta a causa dell’età o di una malattia.
Il fatto che non vi sia più un solo farmaco di questo tipo sul mercato, e il conseguente calo dei prezzi ha portato il vantaggio di ridimensionare o perfino azzerare il pericolosissimo mercato parallelo che si effettua su Internet.

IL FAI DA TE
Sono oltre 30 milioni gli europei con disfunzione erettile, di cui 3 milioni di italiani. Ma solo il 40% di chi utilizza i farmaci per la disfunzione erettile, avvertono gli urologi, ha avuto una diagnosi: la maggioranza li sceglie per avere performance sessuali migliori o perché sa di avere un problema ma non ha mai avuto il coraggio di parlarne al medico
"Il fai da te si associa a un’età mediamente più bassa ma soltanto l’11% dei cosiddetti “performers”, ovvero coloro che non hanno una vera e propria diagnosi e una prescrizione medica ma usano il farmaco per una prestazione migliore, è realmente privo di disturbi erettili – spiega Emmanuele A. Jannini, Presidente dell’Accademia Nazionale della Salute della Coppia e coordinatore dello studio internazionale – Il 38%, a un’analisi più approfondita, presenta segni lievi o moderati di disfunzione erettile e il 12% addirittura un problema di grado severo. Questi soggetti provano a curarsi da soli per l’imbarazzo di discutere le loro difficoltà con un medico, ma i dati mostrano che la soddisfazione e i risultati ottenuti con il trattamento fai da te sono inferiori alle attese rispetto a chi viene seguito da un esperto che possa individuare il principio attivo più adatto al singolo caso e stilare un piano terapeutico adeguato". 

I RISCHI
"Il trattamento in autonomia - aggiunge l'esperto - peraltro non è esente da rischi: le conseguenze possono essere anche gravi, perché in queste pillole non acquistate in farmacia possono essere presenti impurità, tossici o, nella migliore delle ipotesi, dosaggi sbagliati che incrementano il pericolo di eventi avversi". 
"I dati della nostra ricerca ci consegnano quindi tre obiettivi: aiutare chi non ha bisogno di medicine a… non sentirne il bisogno, convincere che il “fai da te” significa “fai male a te” e far sfilare la testa degli “struzzi” dalla buca, indicando la via maestra del medico della coppia. Senza dimenticare che questa patologia è spesso il primo segno di malattie sistemiche pericolose come diabete o patologie cardiovascolari: parlarne serve per avere una diagnosi e una terapia, ma anche per sottoporsi a eventuali controlli per individuare altri disturbi prima che possano provocare danni" è la conclusione di Jannini.

#pillola #amore #boom #faidate

caricamento in corso...
caricamento in corso...