Librandi (Sc) a Renzi: evitare il ritorno al pasticcio Web Tax

28 febbraio 2014 ore 12:28, intelligo
Il messaggio di Gianfranco Librandi, parlamentare di Sc, è chiaro e si muove su un doppio binario: il SalvaRoma e la Web Tax. Due facce della stessa medaglia, ovvero il decreto che il governo Renzi ha ritirato per l’ostruzionismo di Lega e 5Stelle e che oggi in Consiglio dei ministri si appresta a varare nuovamente. “Ha ragione Matteo Renzi a denunciare l'inopportunità e insensatezza dei decreti omnibus, vere macedonie incomprensibili che contengono misure tra loro totalmente estranee. Ne pagheremo le conseguenze domani: è giusto non convertire in legge il decreto salva Roma, perchè l'irresponsabilità amministrativa pluriennale non può essere sanata con un 'volemose bene', ma ora la non conversione in legge vanificherà il differimento a luglio della famigerata Web Tax”, sottolinea Librandi per il quale “è quanto mai opportuno che ora ad intervenire siano il governo e il premier Renzi, che come tanti di noi si era opposto a quel pasticcio protezionistico ed anti-innovazione della Web Tax”. Per il parlamentare montiano “serve un provvedimento specifico, ad horas: evitiamo una figuraccia all'Italia, quella Web Tax ci esporrebbe ad una sicura procedura di infrazione del diritto comunitario alla vigilia del semestre di presidenza europeo”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...