Carabiniere donna si uccide a Siracusa: giallo sul compagno poliziotto ferito

28 febbraio 2017 ore 15:52, Americo Mascarucci
Ha sparato contro il convivente poliziotto, poi si è puntata la pistola alla tempia e si è uccisa. E' successo a Siracusa, la vittima è un Carabiniere donna di 32 anni. L'uomo, un poliziotto di 45 anni, è stato trovato in camera da letto steso a terra ed impossibilitato a muoversi a causa di un colpo di pistola sparatogli ad una gamba, mentre lei la vittima, era stesa sul letto senza vita in una pozza di sangue.
I due convivevano ma pare che da tempo le cose fra loro non andassero più per il verso giusto. Potrebbe essere stata proprio una presunta crisi della coppia la causa del folle gesto. 
E' stato l'uomo, in servizio presso la Questura di Siracusa a dare l'allarme.
Carabiniere donna si uccide a Siracusa: giallo sul compagno poliziotto ferito

La dinamica
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la donna avrebbe sparato contro il compagno ferendolo ad una gamba per impedirgli di avvicinarsi e disarmarla. Poi si sarebbe puntata la pistola alla tempia sparandosi. Tuttavia la dinamica resta da chiarire e nessuna ipotesi al momento sembrerebbe esclusa. 
La più probabile come detto è quella dei dissidi familiari, i due pare litigassero spesso negli ultimi tempi ma non sarebbe questa l'unica pista seguita dagli inquirenti.
Data la delicatezza del caso le indagini sono svolte in collaborazione da Carabinieri e Polizia.
La donna svolgeva servizio a Siracusa presso il Comando provinciale di viale Tica. 
La procura di Siracusa ha aperto un'inchiesta: il magistrato ha disposto il sequestro dell'immobile e delle armi in uso alla donna e al poliziotto e inviato militari del Ris per i rilievi scientifici e gli accertamenti balistici. Sul corpo della donna è stata inoltre disposta l'autopsia.
Il marito è stato condotto in ospedale ed è stato sottoposto ad un intervento di rimozione del proiettile alla gamba. Le sue condizioni non sarebbero gravi. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...