Effetto concorrenza per Samsung: venduti meno smartphone, seconda Apple

28 gennaio 2016 ore 17:02, Luca Lippi
Lo smartphone entra in crisi? A leggere le statistiche sembrerebbe di si, oppure potrebbe essere anche un altro caso della crisi globale che porta gli utenti a cambiare con minore disinvoltura il proprio gioiello elettronico. Sta di fatto che già la Apple aveva annunciato nei giorni scorsi una frenata nelle vendite di iPhone,  il rallentamento rispetto all'anno precedente, ha portato il gruppo di Cupertino a perdere la leadership mondiale per vendite di smartphone che deteneva in coabitazione con Samsung. La casa sudcoreana ha notevolmente aumentato la sua quota di mercato danneggiando anche le vendite dell’iPhone, nel 2015 Samsung aveva coperto il 22,2% del mercato (19,6% nel 2014), Apple invece ha una copertura sul totale del 16,1% per il 2015 (19,6% il 2014), sembrerebbe un passaggio di testimone.

Effetto concorrenza per Samsung: venduti meno smartphone, seconda Apple
Tuttavia, dopo il record di vendite del 2015, già l’ultimo trimestre del 2015 ha segnato il ritmo di crescita più basso di sempre di tutto il mercato degli smartphone. 
Nel dettaglio: il 2015 si è chiuso con vendite globali di smartphone cresciute del 12% toccando il livello record di 1,4 miliardi di unità. La crescita è però rallentata nel quarto trimestre dell'anno con un più 6% annuo a 404,5 mln di unità. E' il tasso di crescita più lenta del settore smartphone di tutti i tempi. "La crescita delle vendite di smartphone sta rallentando a causa della crescente maturità nei principali mercati come la Cina e le preoccupazioni dei consumatori per il futuro dell'economia mondiale", ha commentato Linda Sui, direttore di Strategy Analytics. 
Samsung si appresta a lanciare il suo nuovo modello di punta Galaxy S7 nelle prossime settimane e questo dovrebbe permettere alla casa sudcoreana di consolidare la propria leadership tra gli smartphone. Apple ha venduto 74,8 milioni di smartphone in tutto il mondo e catturato il 18% della quota di mercato nell’ultimo trimestre del 2015, sostanzialmente in linea con quanto fatto un anno prima, quando ha consegnato 74,5 milioni di unità nello stesso periodo dello scorso 2014. "Apple dovrà espandersi in nuovi mercati come l'India o la Nigeria se vuole riavviare la crescita iPhone nel 2016", sottolinea Neil Mawston, direttore esecutivo di Strategy Analytics.
Tra gli altri big del settore, Huawei ha mantenuto la terza posizione con l'8% globale nell’ultimo trimestre 2015 (6% 2014). Huawei nel 2015 per la prima volta ha venduto più di 100 milioni di smartphone in un anno. Quarta posizione per Lenovo-Motorola con il 5% di quota di mercato globale di smartphone nel quarto trimestre 2015. "La fusione di Lenovo e Motorola non è stata finora un successo e le vendite di smartphone combinate delle due imprese oggi sono inferiori rispetto a prima che si unissero nel 2014", sottolinea il rapporto di Strategy Analytics. 
Xiaomi ha mantenuto il quinto posto con il 5% di quota di mercato nell’ultimo trimestre 2015.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...