40 miliardi per le banche: così il Governo Renzi para i colpi della Brexit?

28 giugno 2016 ore 8:14, Americo Mascarucci
Il Governo italiano sta considerando la possibilità di effettuare un'iniezione di capitali nel sistema bancario del Paese.
Lo riferisce il quotidiano economico Italia Oggi che richiama a sua volta un articolo del DowJones NewswiresLa misura sarebbe allo studio dopo che a seguito della Brexit le banche italiane sono state colpite da vendite diffuse. 
L'intervento allo studio,avrebbe rivelato una fonte, potrebbe esplicitarsi in un'iniezione fino a 40 miliardi di euro nel contesto di un sistema bancario che è sempre alle prese con 360 miliardi di sofferenze e che deve fare anche i conti con costi elevati, ridotta dotazione di capitale e con una scarsa profittabilitò ormai cronica legata ai tassi d'interesse bassi. Secondo quanto è stato riferito, al momento non è stata comunque presa alcuna decisione e il Governo starebbe continuando a monitorare le risposte dei mercati dopo i rovesci di venerd' scorso.
Intanto il presidente del Consiglio Matteo Renzi è intervenuto in Senato prima del Consiglio europeo convocato per il 28 e 29 giugno a Bruxelles. 
"Siamo di fronte a una vicenda storica - ha detto con riferimento alla Brexit  - Chi minimizza o strumentalizza compie un errore politico. Non ci si può voltare indietro e far finta di niente. Non si può mettere una pezza a ciò che il popolo ha deciso, altrimenti si mina la democrazia". 
"E' il momento della saggezza - ha sostenuto - ma anche della visione per il futuro, senza rinfacciarsi gli errori del passato. L'Italia va oggi a voce alta e a testa alta all'incontro con Francia e Germania. Vi è una condivisione da parte di tutti, ma mettendo per un attimo da parte Le Pen o Farage, è venuto il momento di far sentire insieme la voce dell'Italia. Mi riferisco all'Europa sociale, all'Europa della crescita che non può rimanere inerme davanti a quello che accade a livello internazionale". 

40 miliardi per le banche: così il Governo Renzi para i colpi della Brexit?
Da qui è poi partita una strigliata all'Europa: "E' il momento in cui l'Europa deve tornare a fare l'Europa - ha proseguito - per noi l'Europa è la casa e noi non immaginiamo di andarcene da casa nostra. Ma sappiamo anche che così com'è questa casa non è accogliente come in passato. Dobbiamo mettere al centro quei valori che la maggioranza ha messo al centro del dibattito europeo", ha spiegato ancora Renzi per il quale "Dobbiamo trarre insegnamento da ciò che è accaduto per portare l'Europa ad occuparsi di sociale e non solo a fare battaglie burocratiche".
caricamento in corso...
caricamento in corso...