Torino in ginocchio per nubifragio: cosa non fare coi temporali tropicali

28 giugno 2017 ore 13:26, Americo Mascarucci
Violenti temporali si sono abbattuti nella notte su Torino causando numerosi disagi. I centralini della Polizia e dei Vigili del Fuoco sono stati presi d'assalto da numerosi cittadini che hanno chiesto l'intervento per case e strade allagate, alberi caduti, frane ecc. Non ci sono state vittime ma i danni già da una prima indagine ricognitiva sarebbero piuttosto seri. La pioggia che si è abbattuta violenta sulla città ha fatto tracimare tombini e ostruito numerose vie d'accesso ad abitazioni e residence. Una pioggia va detto invocata da tempo per mitigare il caldo intenso e dare linfa ad un'agricoltura ridotta all'osso proprio a causa della mncanza d'acqua seppure non con la dirompenza delle ultime ore.
Torino in ginocchio per nubifragio: cosa non fare coi temporali tropicali

DISAGI - Corso Moncalieri, ai piedi della collina, è stato chiuso al traffico a causa di una frana, mentre i tombini hanno tracimato in corso Traiano, corso Salvemini e via Giordano Bruno, causando allagamenti. Parte della balconata di un edificio in via Nino Costa è crollata frtunatamente senza causare danni alle persone. 
Tanti anche gli alberi abbattuti. La Polizia Municipale raccomanda la massima prudenza su tutte le strade. Vista la situazione d'emergenza, anche i mezzi pubblici stanno subendo deviazioni o limitazioni di percorso.  

IL MALTEMPO - Secondo le previsioni meteo sarà molto intensa l'ondata di maltempo sul Nord Italia nelle prossime ore con particolari criticità fra Toscana ed Emilia Romagna. "Il ciclone porterà violenti temporali, accompagnati da grandine, possibili trombe d'aria (o tornado) e nubifragi", scrive ilmeteo.it. Sarà particolarmente colpita la fascia alpina e prealpina con particolari criticità per Milano, Torino, Bologna, Firenze, Venezia. La pioggia era attesa da tempo soprattutto al Nord dove la siccità stava causando seri problemi all'agricoltura. Ora però il problema è l'intensità delle piogge che potrebbero aggravare una situazione già di per sè compromessa con allagamenti, straripamenti e frane di cui certo non si sentirebbe la necessità. 

COSA NON FARE - Evitare di sostare vicino ad un torrente o un corso d’acqua, anche se è in secca: in caso di pioggia intensa si può rapidamente ingrossare. Se si è in automobile meglio non sostare sui ponti, limitare la velocità, e appena possibile fare una sosta in attesa che la fase più intensa del temporale, che difficilmente dura più di mezz’ora, si attenui. Piogge intense possono provocare frane, colate di fango e smottamenti che potrebbero raggiungere la strada. 
Se la strada è già allagata, non fermarsi e raggiungere a velocità moderata, un luogo sicuro dove sostare.
In caso di temporale in corso o appena avvenuto, non entrare in auto in un sottopasso se non si ha la certezza che sia sgombro dall'acqua. Anche poche decine di centimetri d'acqua posso costituire un grave pericolo.
In città evitare di sostare in scantinati, seminterrati, piani bassi, garage, a forte rischio di allagamento durante intensi scrosci di pioggia.

#torino #maltempo #danni
caricamento in corso...
caricamento in corso...