Accoltella ex e amico poi si lancia dal balcone: era già stato denunciato

28 luglio 2017 ore 16:01, Micaela Del Monte
Ha prima accoltellato la sua ex e il suo migliore amico, poi si è lanciato dal balcone. Non sopportava di essere stato lasciato il 21enne che ieri sera ha raggiunto l'abitazione di via Podesti della giovane colpendo lei e il suo amico. I due non sarebbero gravi mentre l'autore del gesto è morto sul colpo. Stando a una prima ricostruzione, il giovane non avrebbe mai accettato la fine della relazione. Per questo sarebbe andato da lei. Trovandola però in compagnia di un amico, sarebbe andato su tutte le furie, li avrebbe feriti entrambi con un coltello e poi si sarebbe lanciato nel vuoto.

Accoltella ex e amico poi si lancia dal balcone: era già stato denunciato
"I fatti drammatici della scorsa notte occorsi in via Podesti sono l'epilogo di una vicenda già segnalata formalmente alle forze dell'ordine e che difficilmente avrebbe fatto prevedere un esito così rapido e funesto"
. Così l'avvocato Roberto Paradisi, legale dei giovani accoltellati dal 21enne che poi si è tolto la vita. "Se vi è una cosa da dover comunque subito chiarire - continua Paradisi - è la reale e rapida risposta che, in queste settimane, polizia e carabinieri hanno sempre garantito alla ragazza, che era vittima di atti persecutori, ogni qualvolta si sono registrati fatti di potenziale pericolo (ultimo, in ordine di tempo, proprio ieri pomeriggio, prima dei fatti di sangue).
Certamente quello che è successo ieri sera non era assolutamente prevedibile. In questo momento di grande concitazione e sconvolgimento anche emotivo dei due ragazzi coinvolti (oltre, naturalmente, della famiglia del giovane deceduto), le famiglie delle due vittime chiedono, per quanto possibile, riservo e serenità (oltre che massima discrezione sui nomi dei ragazzi coinvolti) in modo da permettere ai ragazzi stessi un progressivo ritorno alla normalità e agli inquirenti di svolgere tranquillamente il loro lavoro per poter ricostruire l'esatta dinamica dei fatti".

Il 21enne era stato arrestato tre anni fa per resistenza, l'ex fidanzata l'aveva denunciato perché la tormentava, tanto che l'avvocato le aveva suggerito di uscire poco per un periodo, e di non andare da sola, perché si temeva che il 21enne potesse farle del male. La giovane, ferita in modo superficiale, ha già lasciato l'ospedale mentre l'amico resta ricoverato: ha un polmone perforato
E' accaduto intorno alla mezzanotte a Senigallia e sul posto i carabinieri e il magistrato Di Cuonzo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...