"Sceriffi della strada" bloccano ambulanza contromano con malato: denunciati

28 marzo 2017 ore 17:00, Americo Mascarucci
Di troppa intransigenza alle volte si può pure morire (in senso figurato ovviamente). Perché se è vero che esistono norme e regole che tutti sono chiamati a rispettare, è altrettanto vero che alle volte un'eccezione alla regola potrebbe anche salvare una vita. La storia che arriva da Torino è a tratti paradossale ed è la storia di due cittadini che hanno voluto far valere a tutti i costi le regole e se ne sono pure vantati. 
A Beinasco un'ambulanza della Croce Rossa stava trasportando un uomo colpito da una grave emorragia cerebrale nel più vicino ospedale, "Le Molinette" quando ad un certo punto è rimasta imbottigliata nel traffico. Per guadagnare tempo l'autista del mezzo ha deciso di effettuare uno strappo alle regole immettendosi in una strada contromano, convinto che quello fosse l'unico modo per aggirare il traffico e arrivare il prima possibile in ospedale.
Solo che due automobilisti eccessivamente solerti, vista la scena, hanno chiuso la strada con un'improvvisato posto di blocco intimando al conducente dell'ambulanza di tornare indietro perché quella era una strada a senso unico e il mezzo stava andando contromano. 
Il conducente si è giustificato spiegando che si trattava di un'emergenza, ma i due non hanno voluto sentire ragioni. Hanno di fatto obbligato l'ambulanza ad indietreggiare in retromarcia e a ritornare sulla strada trafficata con il risultato di essere arrivata in ospedale con circa venti minuti di ritardo rispetto al tempo che avrebbe guadagnato se i due non avessero bloccato la strada. 
'Sceriffi della strada' bloccano ambulanza contromano con malato: denunciati

Un rispetto della legalità che però è costato ai due una denuncia per interruzione di pubblico servizio sporta dalla locale Croce Rossa che ha evidenziato come a causa dell'atteggiamento intransigente dei due si sia messa in serio rischio la vita del paziente trasportato. L'uomo è giunto all'ospedale "Le Molinette" di Torino ancora vivo ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Ma in quei momenti è chiaro che chi chi è alla guida di un'ambulanza con un paziente grave a bordo, fa di tutto per poter arrivare presto in ospedale. Anche se questo magari può avvenire trasgredendo delle regole. 
I due non solo non hanno consentito all'ambulanza di passare ma sui social pare abbiano raccontato l'accaduto vantandosi di aver bloccato l'ambulanza e di averla obbligata a tornare indietro con tanto di video (poi rimosso) che testimonierebbe quanto accaduto.
Per loro insomma nemmeno la vita di una persona a rischio poteva giustificare una trasgressione alle regole del Codice della strada?
Ora sarà curioso vedere come andrà a finire la denuncia. Si possono punire due cittadini che hanno fatto rispettare in maniera così rigorosa la legge? E se ci fosse stato al posto loro un vigile urbano come si sarebbe comportato? Scommettiamo che avrebbe lasciato passare l'ambulanza? Forse sarebbe il caso che il rispetto delle norme in certi casi venga lasciato a chi è preposto dalla legge a questo compito, e saprebbe come comportarsi in casi d'emergenza. 

#ambulanza #contromano #2denunce


caricamento in corso...
caricamento in corso...