Juventus e ultras, Dominello: "Io sono spazzatura" e Agnelli si difende

28 marzo 2017 ore 17:05, intelligo
Continua a tenere banco il cosiddetto caso Agnelli-ultras nel mondo sportivo e giudiziario dello Stivale. Argomento da trattare evidentemente con le pinze, ma è notizia di oggi che Saverio Dominello, imputato a Torino nel processo “Alto Piemonte”, si è dissociato dalla ‘ndrangheta, organizzazione criminale di cui – ha ammesso – è stato un componente attivo fino al 2012, anno di arresto dei suoi due figli Salvatore e Michele nell’inchiesta “Colpo di coda” sulla cosca locale di Chivasso. Cerchiamo di capire perché è importante questa novità.

IL RUOLO DI DOMINELLO
Oggi, nel processo in cui è imputato insieme a suo figlio Rocco, uno degli ultras entrato in contatto con la dirigenza della Juventus, così come riportato da Il Fatto Quotidiano, l'uomo ha annunciato di lasciare l’organizzazione. "I miei figli non ne sapevano niente, lo scoprono oggi", ha detto al gup Giacomo Marson. Poi, come riferisce il suo avvocato Domenico Putrino, ha aggiunto anche: "Mi dispiace che Agnelli sia finito in mezzo a questo show mediatico. Io sono spazzatura e gli Agnelli non vogliono entrare in contatto con la spazzatura". Questa, dunque, la cronaca di oggi come riportato sempre dal noto quotidiano.

Juventus e ultras, Dominello: 'Io sono spazzatura' e Agnelli si difende
LE INTERCETTAZIONI
Tornando indietro di una settimana cè da dire che Agnelli ha sempre smentito qualsiasi rapporto con Dominello. Proprio relativamente a questa e ad altre intercettazioni, durante l'audizione a San Macuto con la Commissione l'avvocato Chiappero ha spiegato che "non ci sono telefonate dirette tra Dominello e Agnelli e in quelle indirette tra il presidente e D'Angelo si parla di Rocco come di un tifoso, di un ultrà: Agnelli non conosceva Rocco né sapeva chi fosse. Se per caso lo conosceva, lo conosceva come tifoso e referente di una curva". Così Rosy Bindi: "Forse alcune carte non le ha l'avvocato: quando si dice sicuro che il presidente non ha incontrato Rocco Dominello. Lei continua a dire che non ci sono stati rapporti ma da alcune intercettazioni emerge il contrario". Chiappero: "Abbiamo ribadito ancora una volta quanto abbiamo letto negli atti, mi piacerebbe ci fosse una desecretazione di tutto quanto perché mi sono stati letti un paio di passaggi che francamente io negli atti non ho trovato. Quindi voglio rendermi conto di quanto viene scritto".

#agnelli #juventus #dominello
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...