Flatulenza, peto puzza di più con le fibre: cibi nel mirino e rimedi

28 settembre 2017 ore 8:38, Americo Mascarucci
Chi le chiama scorregge, chi peti e chi puzzette. Tre modi diversi per indicare la flatulenza, ossia la produzione di una miscela di gas formata da aria ingerita o da gas prodotti dai batteri simbiotici e dai lieviti che vivono nel tratto gastrointestinale dei mammiferi, aggiunta a delle particelle aerosolizzate di feci, che viene rilasciata sotto pressione attraverso l'ano. La flatulenza è avvertita più che dal rumore che può produrre dall'odore che emana, in alcuni casi sopportabile, in altri no. Alle volte l'odore risulta particolarmente nauseabondo, atre volte no. Come mai questa differenza? Perché alcune scorregge puzzando più di altre? La spiegazione la fornisce il dottor Myron Brand gastroenterologo e specialista di medicina interna statunitense.
Flatulenza, peto puzza di più con le fibre: cibi nel mirino e rimedi

LE CAUSE
L'intensità della puzza, e il fatto che questa possa essere più o meno sgradevole, è naturalmente collegata al cibo che si è mangiato. E questo sotto un certo punto di vista era scontato, non serviva certo l'esperto. Ma ecco che il dottor Brand mette in evidenza come a provocare flatulenze dall'odore più sgradevoli sono proprio i cibi più salutari, ricchi di sostanze nutrienti. Alimenti ricchi di fibre favoriscono la proliferazione di batteri intestinali buoni i quali però sono a loro volta soggetti a produrre gas dalla digestione del cibo. Come il caso dei cavoli o dei broccoli, ma anche della carne rossa, del latte e altre proteine vegetali. Queste favoriscono la produzione di gas maggiormente puzzolente a causa dalla scomposizione del cibo in idrogeno solforato. 
"I gas – spiega Brand – cioè anidride carbonica, idrogeno o metano, sono il prodotto finale della fermentazione nel nostro tratto intestinale e dipendono tutti dai batteri intestinali. Alcune persone producono metano; altre solfuri di idrogeno, il gas che dà l’odore di uovo marcio. Tutto è una funzione di ciò che si mangia".

SOLUZIONI
Ma come risolvere questo problema ed evitare spiacevoli situazioni come quella di scorreggiare involontaramente in presenza di altre persone? Brand risponde: "Come medico, cerco di condizionare questo fenomeno con cose come la dieta FODMAP o i probiotici. La dieta a basso contenuto di carboidrati FODMAP limita infatti determinati tipi di carboidrati che tendono a fermentare nell’intestino e che producono gas rancido". 
Tuttavia ogni intestino è diverso dall'altro, quindi se si hanno particolari problemi di flatulenza meglio farsi visitare da un medico gastroenterologo per capire quali tipi di cibi favoriscono il fenomeno e come eventualmente prevenirlo e risolverlo. Spesso e volentieri infatti nel tentativo di scongiurare rischi si corre quello ben più grave di privare il nostro organismo di sostanze nutrienti sane e necessarie. Insomma, per una scorreggia in più non è mai morto nessuno. 

#flatulenza #puzza #rimedi

caricamento in corso...
caricamento in corso...