Gela, uccide le figlie: lutto cittadino per Maria Sofia e Gaia ed esequie private

29 dicembre 2016 ore 12:19, intelligo
di Stefano Ursi

E' stato proclamato il lutto cittadino a Gela per i funerali delle due sorelline uccise dalla madre. Le esequie, che secondo quanto riporta Il Giornale di Sicilia saranno in forma privata, avranno luogo oggi dopo la camera ardente. Il Comune, in una nota pubblicata il 27 Dicembre sul sito ufficiale, aveva espresso ''pubblicamente sgomento per la tragedia familiare che ha colpito la città''. La città è sconvolta, sotto choc per l'accaduto. In segno di lutto e ''raccogliendo la spontanea partecipazione dei cittadini'', il sindaco Domenico Messinese, con un’ordinanza, aveva già ''disposto che siano issate a mezz’asta le bandiere sul Palazzo di Città e la sospensione del ''servizio di filodiffusione natalizia attivo nel centro urbano''. Anche il Consiglio Comunale della città ha ''espresso il proprio cordoglio, decretando un minuto di silenzio e poi il rinvio dei lavori''.

Uno dei componenti dell'assemblea, ''il capogruppo M5S Enzo Giudice – si legge in una nota del 28 Dicembre sul portale ufficiale – è lo zio delle due vittime a cui i colleghi hanno espresso vicinanza. I consiglieri pentastellati, in segno di solidarietà, non sono entrati in aula''. Nella giornata di ieri, intanto, secondo quanto si apprende dai media online, la mamma avrebbe confessato di aver soffocato le bambine. E di aver tentato poi di uccidersi, tentativo bloccato solo dall'arrivo del marito. Dopo la notifica dell'arresto per la donna, è stata fissata per domani la convalida di fronte al Gip.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...