Emiliano pro-sindaci e anti-Renzi: "Sud con fin troppa pazienza. Pd senza alibi"

03 agosto 2015, Marta Moriconi
Emiliano pro-sindaci e anti-Renzi: 'Sud con fin troppa pazienza. Pd senza alibi'
Non è andato giù il richiamo ai sindaci dal Giappone di Matteo Renzi, che ha incontrato la comunità italiana nella residenza dell'ambasciatore a Tokyo, antipasto della visita di due giorni in cui il Premier vedrà l'imperatore, il premier Shinzo Abe. 

 "Bisogna mettere a posto di più le nostre città, con strade pulite e città funzionanti, perché quando uno fa tanti chilometri per venire da noi cerca proprio questo. Gli amministratori locali devono lavorare di più nei prossimi mesi, con l’aiuto del governo": ha detto.

Renzi ha anche replicato alla lettera di Saviano e interviene nel dibattito innescato dalla pubblicazione del report sull’economia del Mezzogiorno: nel 2014 occupati come nel 1977: «Sul Sud basta piagnistei: rimbocchiamoci le maniche. L’Italia, lo dicono i dati, è ripartita. È vero che il Sud cresce di meno e sicuramente il governo deve fare di più ma basta piangersi addosso". 

 Apriti cielo. 

Il governatore della Puglia Michele Emiliano, replica subito al premier versione anti-sindaci del Mezzogiorno. 

"Noi meridionali non perdiamo tempo a lamentarci. Anzi, abbiamo avuto fin troppo pazienza. Sono vent'anni che la questione meridionale è fuori dall'agenda politica italiana. 
L'ultimo governo che se ne è occupato con successo è stato quello di Prodi nel 1996. Da allora è cominciata una discesa disastrosa". 

In un'intervista a 'La Stampa' avverte poi che "è arrivato il momento di pensare al Sud con uno sforzo corale. Nessuno può immaginare di uscire dalla crisi economica perdendo un pezzo dell'Italia che cresce meno della Grecia, a rischio di sottosviluppo permanente. Nessuno pensi che la direzione del partito serva a liquidare il problema: deve servire invece a innescarlo. E bisogna partire dal documento programmatico sul Mezzogiorno sottoscritto nel febbraio del 2014 dai principali dirigenti del Pd del Sud e inviato al segretario nazionale del partito poco prima del suo insediamento come presidente del Consiglio". E alla fine il punto è che, questo dichiara Emiliano, i sindaci "non hanno più gli occhi per piangere. Il Pd governa tutte le Regioni del Sud, non ha alibi. Senza una risposta concreta c'è il rischio catastrofico che alle elezioni politiche la situazione ci sfugga di mano e gli elettori si rivolgano ai 5 Stelle".

Ed ecco il programma per Renzi firmato dal Governatore della Puglia: "Ci vogliono opere infrastrutturali: dappertutto nel Sud fanno pena. A Matera, capitale europea della cultura, non c'è nemmeno la ferrovia. Tutto il sistema ferroviario al Sud è fermo all'Ottocento. E' arrivato il momento che il governo negozi con Bruxelles la fiscalità di vantaggio a favore delle aziende. Questa -conclude- è la madre di tutte le battaglie".


Seguici su Facebook e Twitter
caricamento in corso...
caricamento in corso...