Che fine ha fatto Fausto Leali?

03 agosto 2017 ore 15:40, intelligo
Nessuno può dimenticare A chi, Deborah, Angeli negri, Io camminerò, Io amo, Mi manchi e Ti lascerò. E nessuno può dimenticare il grande Fausto Leali, con la sua vocalità nera caratteristica che lo rende unico nel suo genere se non fosse arrivato Mario Biondi, un altro timbro tipico del jazz. Fausto Leali nasce a Nuvolento, in provincia di Brescia, il 29 ottobre del 1944 e ben presto a soli 14 anni viene ingaggiato come professionista nell'orchestra di Max Corradini. A 16 anni entra poi nell'orchestra del fisarmonicista jazz Wolmer Beltrami. Il suo primo 45 giri è del 1961, con lo pseudonimo di Fausto Denis. Intanto la sua fissazione è la musica nera, in particolare il soul e nel 1967 arriva il suo primo vero successo con A chi, versione italiana della canzone statunitense "Hurt", tradotta da Mogol e che gli fa fa conquistare il primo premio alla Mostra internazionale di musica leggera di Venezia del 1967.
Nello stesso anno partecipa per la prima volta a Un disco per l'estate con Senza di te, che in seguito verrà incisa anche da Ornella Vanoni. Segna intanto Leali l'amicizia con Pickett, che farà anche da padrino alla sua primogenita Deborah. 
Da lì un diluvio di successi: Angeli negri (cover di "Angelitos Negros" di Pedro), poi Senza di te, Deborah e Senza luce, versione italiana del singolo di Procol Harum "A Whiter Shade of Pale". 
Che fine ha fatto Fausto Leali?

SANREMO 
Nel 1969 e nel 20170 torna a Sanremo con il brano Un'ora fa e Hippy rispettivamente, scritta a quattro mani con Luciano Beretta. Ma è nel 1974 che a Un disco per l'estate con Solo lei, canzone incisa anche da Mina, conquista le vette della popolarità. Nel 1986 Fausto con l'invito di Mina a duettare  torna popolare con Via di qua, che si aggiudicherà l'ottavo posto in hit parade. Il ritorno a Sanremo nel 1987 e la vittoria nel 1989. Indimenticabile il brano Io amo, scritto e prodotto da Toto Cutugno, con la collaborazione di Franco Fasano e dello stesso Leali.
All'Ariston tornerà con con Mi manchi e nel 1989 vincerà con il brano Ti lascerò cantato in coppia con Anna Oxa, che si colloca terzo nelle classifiche italiane e viene incluso nel LP Leali. Inoltre, i due proporranno insieme all'Eurovision Song Contest la canzone Avrei voluto. Risale sul palco della città dei fiori tre anni più tardi con Perché, composta da Aleandro Baldi e Giancarlo Bigazzi. All'inizio del 2002 torna all'Ariston con il brano Ora che ho bisogno di te, cantato in coppia con Luisa Corna, e arriva quarto. Nel 2003 si ripresenta al Festival con il pezzo Eri tu, che grazie al successo discografico permetterà a Leali di ottenere il Disco di Platino. 

OGGI

Nel 2006 pubblica come cantautore l'album Profumo e kerosene. Partecipa a Sanremo 2009 con il pezzo Una piccola parte di te, accedendo alla finale. La canzone parla del rapporto padre-figlio. Diverse le partecipazioni ai reality show come quello di Rai 2 Music Farm e Tale e quale show su RaiUno. 
Nel 2014, dopo oltre cinquant'anni di carriera e a cinquant'anni esatti dall'uscita del primo 33 giri, viene pubblicato il suo primo libro autobiografico, Notti piene di stelle, scritto con la collaborazione del giornalista musicale Massimo Poggini. Il 30 settembre 2016 è uscito il singolo A chi mi dice, cover del brano dei Blue, interpretato assieme a Mina che ha anticipato l'uscita di un nuovo album dal titolo Non solo Leali, pubblicato il 21 ottobre dalla Nar International per la Universal. diversi sono i duetti: da Renzo Arbore a Claudio Baglioni, Alex Britti, Clementino, Francesco De Gregori, Tony Hadley, Massimo Ranieri, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi.

AMORI 
La prima moglie è la cantante Milena Cantù, già "ragazza del Clan Celentano" (con cui si è fidanzato dopo aver lasciato Mirella Gervasio), dalla quale ha avuto due figlie, Deborah e Samantha.
Il 14 giugno 2014 ha sposato a Foggia in seconde nozze la vocalist Germana Schena dopo diversi anni di fidanzamento.

CONCERTI ESTIVI
Venerdì 4 agosto in piazza del Comune di Montefalco, ci sarà l’atteso concerto di Fausto Leali. Il concerto, come tutti gli altri eventi proposti dal cartellone sarà ad ingresso gratuito. 

#faustoleali #


 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...