You Tube lancia le dirette 4K, è nuova frontiera dello streaming live

03 dicembre 2016 ore 10:04, Luca Lippi
Da ieri (1 dicembre) è disponibile la risoluzione 4K per i live streaming, che significa?
Significa che gli utenti dediti alla trasmissione in diretta da ora possono rendere disponibile, sia sulla piattaforma che nei televisori, il video al massimo della risoluzione attualmente disponibile. 
La risoluzione video 4k è quattro volte la risoluzione FullHD (1080p). 
Google ha spiegato che si tratta di un passo da gigante. 
Il video in 4k mostrano 8 milioni di pixel in totale. Questo vuol dire un live streaming dall'aspetto migliore, senza quelle scene sfocate che capitano quando ci sono sequenze movimentate sullo schermo. 
La differenza la si noterà soprattutto nei video a 360 gradi.  Secondo quanto divulgato da Amicopc, il primo live streaming in 4K è stato il The Game Awards, trasmesso questa notte alle ore 2.30 italiane. 
Per andare in onda con una tale risoluzione occorre una banda elevata, sia per coloro che fanno streaming sia, ovviamente, per chi intende vederli in diretta, quindi parliamo almeno di fibre 100.
È importante sapere che è possibile fare live streaming sia dal PC che dalle console tramite l’app ufficiale di Youtube, con questa novità YouTube scavalca a grandi passi la concorrenza, anche se la velocità dello sviluppo tecnologico è talmente elevata che il primato durerà tempi tecnici brevi.

You Tube lancia le dirette 4K, è nuova frontiera dello streaming live

Per chi non dispone dell'app di Youtube nella propria smart TV, dal mese di novembre Google ha rilasciato il Chromecast Ultra con supporto per il 4k, che consente l'acquisto del dongle di Google per poter vedere le trasmissioni live e in 4K disponibili su Youtube.
Il supporto per la tecnologia High Dynamic Range (HDR), è finalizzata al miglioramento della qualità delle immagini video grazie all'ampliamento del rapporto di contrasto e della gamma di colori, che rendono le immagini più realistiche e naturali.
Lo streaming di video 4K on-demand, che significa "non in diretta" è stato introdotto da Youtube nei primi mesi del 2014, contemporaneamente al rilascio del supporto per il codec video VP9 che, grazie alla compressione, utilizzava una larghezza di banda molto contenuta e senza togliere qualità all'immagine e senza rallentare la rete. In questo modo, per la visione di video online gli utenti devono attendere meno il buffering.
I filmati in 4K disponibili da Youtube riprodotti sul televisore si possono riconoscere dalla presenza dell'icona '4k'; se invece la connessione ad Internet è lenta o se la TV non dovesse supportare il formato, è comunque possibile vedere i video in alta definizione 'HD'.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...