Migranti, intesa con Francia Germania. L'appello di Renzi: "Avanti insieme"

03 luglio 2017 ore 12:21, intelligo
C'è l'intesa "piena" tra i ministri dell'Interno di Francia, Germania e Italia, Ge'rard Collomb, Thomas de Maizie're e Marco Minniti, ed il Commissario Europeo per la Migrazione e gli Affari Interni Dimitris Avramopoulos. Dopo che si incontrati a Parigi il 2 luglio 2017. Come fermare o indirizzare il flusso migratorio nella rotta del Mediterraneo centrale? Oltre la forte solidarietà all'Italia, i Paesi hanno convenuto le seguenti misure: 
- Elaborare un codice di condotta per le ONG che dovrà essere redatto e presentato dall'Italia per migliorare il coordinamento con le organizzazioni che operano nel mare Mediterraneo.
 - Rafforzare il sostegno alla Guardia Costiera libica aumentando le attività di addestramento e provvedendo ad un ulteriore supporto finanziario, per assicurare uno stretto monitoraggio delle attività. - Fornire un maggiore sostegno all'OIM e all'UNHCR affinchè i centri in Libia rispondano agli standard internazionali in termini di condizioni di vita e di diritti umani. 
Migranti, intesa con Francia Germania. L'appello di Renzi: 'Avanti insieme'
DI MAIO: Per il vice presidente della Camera, a margine del convegno sul debito pubblico alla Camera, "Macron non deve rispondere a me, deve rispondere con i fatti all'Italia. Ci devono dire quando vogliono avviare i ricollocamenti e quando vogliono modificare il regolamento di Dublino. Non chiediamo altri soldi, noi abbiamo bisogno che gli altri Paesi europei si prendano una buona quota di Migranti e fermino gli altri che arrivano dalla Libia, chiudendo la rotta del Mediterraneo".

RENZI: Sembra ribattergli da lontano l'ex premier, che con i grillini ha sempre dei conti aperti: "L'accordo sui migranti raggiunto dal ministro Minniti ieri a Parigi è un passo in avanti. Non è la soluzione a tutti i nostri problemi ma è un passo in avanti vero, importante", scrive sulla sua pagina Facebook. "Faccio un appello alle altre forze politiche: vale la pena smettere con le polemiche demagogiche e dare tutti una mano al nostro governo, al nostro ministro -prosegue il segretario del Pd-. La sfida è ancora lunga e impegnativa ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutte le persone di buon senso e di buona volontà. Ce lo chiede l'Italia. Avanti, insieme".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...