Francia, fra Macron-Le Pen ultimo duello tv. Decisivi nella storia

03 maggio 2017 ore 13:55, Americo Mascarucci
C'è grande attesa per il duello televisivo di stasera fra Emmanuel Macron e Marine Le Pen. Sarà l'ultimo scontro Tv e per i francesi assume una rilevanza strategica. Infatti potrebbe cambiare le sorti della partita come avvenuto in passato ancora di più ora che la sfida è tornata aperta. Sembra assurdo, eppure in passato proprio l'ultimo duello Tv è stato decisivo a convincere gli indecisi e a spostare il consenso.
Francia, fra Macron-Le Pen ultimo duello tv. Decisivi nella storia

CACCIA AGLI INDECISI - Macron secondo i sondaggi è ancora in testa, ma il distacco si sarebbe affievolito negli ultimi giorni. Quelli immediatamente successivi al primo turno sembravano raffigurare una partita già vinta senza alcuna possibilità di ripensamento, con Macron attestato oltre 30 punti avanti. Poi Marine Le Pen ha rimontato ed oggi gli ultimi dati raccontano di un Macron attestato al 59% ed una Le Pen al 41%. Un divario che potrebbe essere colmato in questi giorni e che non mette più Macron "al sicuro" da eventuali sorprese.
A fare la differenza a questo punto potrebbero essere gli indecisi ed è a questi che sembra rivolgersi in particolare la Le Pen. 
Un 18% di elettori, circa 2 su 10, dicono di non aver ancora deciso per chi votare, confermando tuttavia l'intenzione di recarsi alle urne. Stasera nel duello televisivo i due contendenti tenteranno di convincere proprio questo 18%: Macron evidenziando come il programma della Le Pen sia farcito di populismo e  privo di contenuti, mentre la leader del Front National insisterà nel presentare Macron come un personaggio costruito a tavolino e al servizio dei poteri forti. Chi dei due la spunterà? Sembra che la strategia della Le Pen di presentare Macron come un candidato privo di spessore, una sorta di "burattino" nelle mani dei burocrati europei stia dando i suoi frutti se è vero che la candidata dell'estrema destra ha guadagnato 5 punti percentuali nei sondaggi. 

I PRECEDENTI - Più volte il duello Tv finale è stato determinante a convincere gli indecisi. Lo fu per Nicolas Sarkozy nel 2007 contro Segolene Royal. La partita era incerta e proprio in Tv il candidato della destra riuscì a dimostrarsi molto più convincente e preparato dell'avversaria che fu poi sconfitta di misura nonostante i sondaggi delineassero un distacco minimo. Cinque anni dopo invece sarà sempre il duello tv a penalizzare il presidente uscente che non riuscì a tenere testa all'avversario Francois Hollande che lo costrinse a giocare in difesa, mettendolo più volte in difficoltà fino a spazientirlo. In passato lo stesso copione pare si sia ripetuto con la vittoria di Francois Mitterand nel 1981 contro il presidente uscente Valery Giscard d'Estaing, anche lui penalizzato pare dal confronto televisivo che fece emergere la forte caratura dell'avversario socialista, Appare evidente come a giocarsi tutto stasera sarà soprattutto Macron, considerato il grande favorito. Dovrà essere soprattutto lui a prestare molta attenzione a non perdere punti regalandone all'avversaria. Che diversamente da quanto accaduto nel 2002 al padre Jean Marie Le Pen candidato contro Chirac, non ha visto crearsi contro di lei quella grande "alleanza anti-fascista" che determinò la vittoria quasi pleiscitaria dell'ex presidente.

#macron #lepen #duellotv

caricamento in corso...
caricamento in corso...