Scandalo sessuale per Elton John: il papà gay accusato dall'ex guardia del corpo

30 marzo 2016 ore 23:59, Americo Mascarucci
Elton John è finito al centro di un presunto scandalo sessuale con accuse decisamente pesanti ed imbarazzanti per un'icona del mondo gay, paladino delle battaglie per i diritti degli omosessuali, noto fra l'altro per aver adottato insieme al compagno un figlio ottenuto con il ricorso alla maternità surrogata.
Accuse tutte da dimostrare e che il cantante ha già bollato come false e calunniose.
Jeffrey Wenninger ex guardia del corpo dell'artista ha infatti denunciato di aver subito da lui ripetute molestie sessuali. Elton secondo quanto riferito dall'accusatore lo avrebbe palpeggiato in varie occasioni fino a diventare un'abitudine consolidata, ripetuta ossessivamente, frequentemente ed intensamente. Nella denuncia depositata presso il Tribunale superiore di Los Angeles Wenninger riferirebbe addirittura di tre presunti assalti sessuali avvenuti durante viaggi in auto da e verso la casa di Los Angeles di Elton John nel 2014 con particolari molto scabrosi ed imbarazzanti. 

Scandalo sessuale per Elton John: il papà gay accusato dall'ex guardia del corpo
Wenninger, capitano di polizia ha lavorato per la popstar fino al 2014, nel 2007 ha ottenuto una medaglia al valore del dipartimento di polizia di Los Angeles per aver fatto parte di un gruppo di agenti che salvò 80 anziani dalle fiamme in una casa di riposo. Nella denuncia, oltre a raccontare delle ripetute molestie ricevute da parte del cantante chiederebbe anche un congruo risarcimento per "percosse a sfondo sessuale e molestie sessuali".
Elton John come detto ha respinto le accuse al mittente definendole "manifestamente false". Secondo l'artista, l'intento dell'ex guardia del corpo, sarebbe quello di ottenere denaro e vendicarsi per non essere stato trattato come avrebbe voluto durante gli anni in cui ha prestato servizio per lui. Sarà ovviamente la magistratura a fare luce sulla vicenda e a stabilire se le accuse sono vere o se sono frutto di un complotto ordito ai danni di John
Ma adesso che hanno da dire i tanti estimatori di Elton John che lo hanno elevato a modello e simbolo delle battaglie per il riconoscimento delle nozze e delle adozioni gay? Avverrà ciò che si è verificato in Italia con il delitto Varani, quando la sola ipotesi che l'omicidio potesse essere a sfondo gay (ipotesi non ancora del tutto esclusa per altro visti i racconti di uno dei presunti assassini con tanto di travestimenti femminili e tacchi a spillo) ha fatto gridare allo scandalo molto di più del brutale massacro della vittima? E adesso? Si potrà dubitare di Elton John o si dovrà prendere per veritiera soltanto la difesa del cantante e quindi bollare preventivamente come false e calunniose le accuse dell'ex guardia del corpo? Garantisti sì ma nel vero senso della parola, che è quello di non anticipare sentenze: di colpevolezza certo ma anche di assoluzione, perché spesso e volentieri potrebbe non essere oro tutto ciò che luccica.
Intanto Stefano Gabbana già protagonista di un duro scontro a distanza con Elton proprio sulle adozioni gay (Gabbana è contrario all'utero in affitto) su Instagram ha commentato così la notizia: "E adesso??? #karma se mai fosse vero cosa racconterà a suo figlio?".  

caricamento in corso...
caricamento in corso...