Marte ha un bicchiere d'acqua nel doodle di Google

30 settembre 2015, Andrea De Angelis
Se ne parla da almeno un secolo, ma adesso c'è la prova che, arrivando nell'era digitale, finisce immediatamente in rete. Dallo spazio al web, attraverso il doodle di Google, proprio nel giorno in cui arrivano le novità firmate dall'azienda statunitense di servizi online. 

Marte ha un bicchiere d'acqua nel doodle di Google
La prova, presentata su Nature Geoscience, arriva dal satellite americano Mro (Mars Reconnaissance Orbiter) e dimostra che su Marte scorre acqua liquida sotto forma di piccolissimi ruscelli di acqua salata che si manifestano ciclicamente.
Gli stessi lasciano delle righe scure che per lungo tempo hanno interrogato gli studiosi. 

Come dicevamo anche la rete celebra una scoperta sensazionale e lo fa attraverso la sua azienda più nota, Google, che come in passato utilizza un doodle per sottolineare l'importanza della notizia. 

I doodle sono versioni modificate del logo che vengono visualizzate sulla home page di Google in occasione di particolari eventi e feste o ricorrenze; per esempio l'inizio della primavera, Natale, Halloween, tra cui anche quelle relative all'azienda Google stessa come, ad esempio, l'anniversario della fondazione di Google, che ricorre il 27 settembre, o anniversari di importanti personaggi, come grandi scienziati o artisti, o di invenzioni e scoperte scientifiche.

Il primo Google Doodle apparso sulla homepage del motore di ricerca è stato dedicato al festival del Burning Man il 30 agosto 1998.

Ed ecco ora il doodle che rimanda alla notizia data dalla Nasa. Nella homepage del motore di ricerca, al posto del classico logo, l'immagine del pianeta rosso che beve un bicchiere d'acqua mentre, sorridente, gira su se stesso. 



caricamento in corso...
caricamento in corso...