Ultim'ora terremoto: Amatrice, fondi ricostruzione: nasce l'iniziativa "adotta un'opera"

31 agosto 2016 ore 18:13, Adriano Scianca
Il Comune di Amatrice pensa già alla ricostruzione. La cittadina più colpita dal terribile sisma del 24 agosto e, di fatto, rasa praticamente al suolo da quel terremoto, si è da subito distinta per attivismo e intraprendenza, grazie anche alla vulcanica personalità del suo sindaco. Ora il comune ha diffuso un comunicato stampa indirizzato “a tutti coloro che stanno raccogliendo fondi a favore della popolazione colpita dal terremoto del 24 agosto”. Rendendo noto che “per tutti coloro che voglio fornire aiuti diretti alla popolazione, che il conto corrente dedicato intestato al Comune di Amatrice è il seguente: IT 13 W 08327 73470 000000005050. Swift Code: ROMAITRR”. 

Ultim'ora terremoto: Amatrice, fondi ricostruzione: nasce l'iniziativa 'adotta un'opera'
Per quanti, invece,stanno raccogliendo fondi per la ricostruzione, il Comune richiede “che gli stessi vengano raccolti in conti correnti appositamente creati per 'LA RICOSTRUZIONE DI AMATRICE – ADOTTA UNA OPERA' direttamente creati dai promotori dell’iniziativa, e di segnalare all’indirizzo email: segreteria@comune.amatrice.rieti.it. L'iniziativa in atto, il nome e telefono di un referente responsabile, gli obiettivi della raccolta. I referenti verranno contattati dai consiglieri comunali delegati Filippo Palombini e Patrizia Catenacci. Il Comune, superata l’emergenza immediata, selezionerà una serie di opere e recuperi necessari (servizi, opere per il sociale, beni culturali, monumenti, opere per l’agricoltura e il territorio, ecc) e di comune accordo si assegnerà la ricostruzione delle opere a ciascun gruppo, nell’ottica della massima trasparenza e controllo delle fasi di realizzazione”.

 Il Comune di Amatrice, infine, “ringrazia tutti coloro che hanno mostrato, che stanno mostrando e che mostreranno tale grande solidarietà e affetto verso la popolazione colpita e la città, nell’auspicio sincero di poterli vedere e ringraziare tutti presto in un territorio restituito come era alla propria gente”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...