Se 'Naturhouse' non è la prima né l'ultima casa a "risparmio energetico": le altre...

04 dicembre 2015 ore 10:34, Marta Moriconi
Se 'Naturhouse' non è la prima né l'ultima casa a 'risparmio energetico': le altre...
Avevamo già parlato di questa casa “green” in grado di riscaldarsi da sola. Sostanzialmente Naturhouse "fa da sola" quello che avviene in una serra sfruttando il calore del sole per auto-riscaldarsi e ottenendo così un buon risultato contro le emissioni di gas serra, causate in buona parte proprio dal petrolio e i suoi derivati.
Ma non è l'unica e unica novità in campo di risparmio energetico. 

Ricordate la casa ecologica che produce tutta l'energia necessaria e molto di più? Il progetto si chiamava Zeb Pilot House, era nato in Norvegia grazie allo studio di architettura Snohetta. 
La costruzione dell'edificio è visibile nel Ringdalskogen ed è in dimensioni adatte ad ospitare una famiglia. Questa casa, che non è propriamente abitata, è una piattaforma e un laboratorio utile per promuovere ricerca e formazione nell'ambito dell'edilizia sostenibile e del design ecologico. Ed è proprio legata a quegli altri edifici in grado di autoprodurre energia anche in sovrappiù rispetto al fabbisogno effettivo. Sfruttando strategie sia attive che passive, occupandosi anche del piano emozionale, la sua caratteristica principale è nella superficie del tetto, inclinata e dotata di un impianto fotovoltaico integrato, fondamentale per raggiungere la neutralità delle emissioni.
E' quindi un processo sempre utile a combattere il buco dell'ozono ma procede diversamente dalla Naturhouse, che sfrutta invece la natura con i raggi solari il cui calore viene “catturato” da grandi riquadri in vetro che circondano l’abitazione. Entrambe comunque consentono di resistere alle temperature rigide del lungo inverno. 
E che dire della "nostrana" casa ecologica Atika? E' a Roma e sfrutta collettori solari per il riscaldamento invernale e l’acqua calda e il “solar cooling” in inverno. Costruita con nuove tecnologie ecologiche e a risparmio energetico, è stata presentata nelle vicinanze dell’Auditorium di Roma, dove è rimasta aperta al pubblico offrendo eventi dedicati all’arte,  all’architettura e al cibo.
Insomma, costi e consumi del riscaldamento si possono tagliare ed è possibile. 



caricamento in corso...
caricamento in corso...