Musei gratis domenica 5 luglio, a Roma e in tutta Italia

04 luglio 2015, intelligo
Musei gratis domenica 5 luglio, a Roma e in tutta Italia
Il ministero dei Beni Culturali e del turismo "rinnova il 5 luglio l'iniziativa 'Domenica al Museo' con l'apertura gratuita dei luoghi della cultura, introdotta dalla riforma del piano tariffario e degli orari d'apertura dei musei voluta dal ministro Franceschini, che prevede l'ingresso libero nei luoghi della cultura statali la prima domenica di ogni mese". 

E' quanto si legge in una nota del Mibact. 

 "Per maggiori informazioni su orari e modalità di accesso dei diversi musei, monumenti e aree archeologiche che aderiscono all'iniziativa consultare il sito www.beniculturali.it/domenicalmuseo".

I luoghi prescelti a Roma – come comunica Zétema in una nota – sono il Museo dell’Ara Pacis, con un appuntamento dedicato alla scoperta dell’imperatore Augusto, i Musei di Villa Torlonia con una caccia al tesoro per i più piccoli e i Musei Capitolini per curiosare tra i capolavori del Campidoglio e approfondire la storia di Marco Aurelio. Inoltre, i Mercati di Traiano e la loro storia millenaria, il Museo di Roma in Palazzo Braschi con la storia del Papa re e la splendida Centrale Montemartini, primo impianto comunale di produzione di energia elettrica trasformato in museo.

“Rendere sempre più accessibili i nostri musei è uno degli obiettivi primari di questa amministrazione” – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli. 

“Il secondo obiettivo – ha proseguito – è quello di renderli sempre più aperti alle famiglie. Intensificheremo sempre di più le attività didattiche per migliorare la fruizione a incuriosire un pubblico più giovane alle nostre bellezze”- ha concluso.

Vale la pena sottolineare che c'è il trasloco temporaneo, all'interno dello stesso museo fiorentino, per alcuni capolavori rinascimentali di Sandro Botticelli, tra i quali "Nascita di Venere", "Primavera" e "Adorazione dei Magi". 

Dal prossimo 14 luglio e fino alla primavera del 2016 la Sala dei Pollaiolo e la Sala di Botticelli della Galleria degli Uffizi, contrassegnate dai numeri 9 e 10-14, non saranno più accessibili ai visitatori. Il provvedimento si rende necessario per consentire l'avanzamento del cantiere dei ''Nuovi Uffizi'' che, accanto agli indispensabili adeguamenti impiantistici, prevede una nuova articolazione dell'ambiente in vista di un'inedita esposizione delle opere. 

I dipinti più celebri di Botticelli attualmente presenti nella Sala 10-14 saranno trasferiti in un vasto ambiente accessibile dal Terzo Corridoio (Sala 41 della Galleria), dove in passato erano collocate le monumentali tele di Rubens. La sala è stata ora appositamente restaurata e adeguata negli impianti agli standard museali correnti grazie a una cospicua donazione della Fondazione non profit Friends of Florence.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...