Sonda Cassini, il suono del ''Grande Vuoto'' fra Saturno e anelli [VIDEO]

04 maggio 2017 ore 20:54, Stefano Ursi
Nella sera del 2 Maggio scorso, la Sonda Cassini ha effettuato il secondo della serie di 22 ''tuffi'' che verranno man mano effettuati nel quadrante fra il Pianeta Saturno e i suoi anelli, che lo caratterizzano nell'immaginario collettivo: il ''Grand Finale''. I primi risultati mostrano che in quell'area, invece di particelle e polvere, c'è quello che viene chiamato il ''Grande Vuoto''. O meglio il livello di polveri è molto più basso di quanto previsto, così come spiega Earl Maize, responsabile del programma Cassini per il Jet Propulsion Laboratory della Nasa, il quale ha confermato che ''la sonda rimarrà sul suo percorso'' e ''gli scienziati lavoreranno sul mistero'' appunto di questo livello stranamente molto basso di polvere. L'assenza sostanziale di questi materiali, spiegano gli scienziati, è stata desunta dal mancato rumore proveniente dalle strumentazioni dello scudo.

Sonda Cassini, il suono del ''Grande Vuoto'' fra Saturno e anelli [VIDEO]
dal video del primo ''tuffo'' (c) NASA/ Jet Propulsion Laboratory – California Institute of Technology
TUFFI NELL'ANELLO PIU' VICINO - E c'è grande attesa per quattro dei venti tuffi rimasti, che verranno effettuati vicino all'anello più interno di Saturno. L'attesa per i ''tuffi'' di Cassini fra gli anelli di Saturno era iniziata, sul web, il 26 Aprile scorso quando Google aveva dedicato il suo doodle alla sonda Cassini, che in giornata compiva proprio quel giorno il suo primo tuffo fra gli anelli di Saturno. Al posto del classico logo, nella pagina principale del motore di ricerca, c’era una breve animazione che mostrava la sonda Cassini mentre iniziava il suo viaggio nello spazio compreso tra Saturno e i suoi anelli più interni, per analizzarne le caratteristiche, scattare fotografie e inviare nuovi dati verso la Terra. "È stato un pò disorientante: non stavamo ascoltando ciò che ci aspettavamo di ascoltare'', dice William Kurth, responsabile del "Radio and Plasma Wave Science", University of Iowa.

LA MISSIONE - La Missione Cassini-Huygens, lo ricordiamo, realizzata in collaborazione tra NASA, ESA ed ASI, ha come scopo lo studio di Saturno e del suo sistema di satelliti ed anelli con particolare riguardo al satellite Titano. La missione è partita nell’Ottobre 1997, e, dopo un viaggio di sette anni, l’orbiter Cassini (realizzato dalla NASA) e la sonda Huygens (realizzata dall’ESA) hanno raggiunto il sistema di Saturno nel luglio 2004 e la sonda Huygens è felicemente atterrata sulla superficie di Titano il 14 gennaio 2005. I cosiddetti ''tuffi'' dovrebbero eliminare definitivamente i tanti dubbi sulla natura degli anelli di Saturno, in articolare capire se siano nati 4,5 miliardi di anni parallelamente alla nascita del pianeta oppure siano piu' recenti.



Credits: NASA/JPL-Caltech/University of Iowa


#sonda #Cassini #Saturno #anelli
autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...