Il compleanno di Lucio Dalla si festeggia con il tour di Iskra e sul web

04 marzo 2016 ore 21:37, Orietta Giorgio
Il compleanno di Lucio Dalla si festeggia con il tour di Iskra e sul web
Poeta della solitudine e della vita, cantautore anticonformista, sensibile e, a volte, “sovversivo”, Lucio Dalla oggi, avrebbe compiuto 73 anni.

Il suo lavoro vive nel cuore di molti e nella testa di tutti. Oggi, si "festeggia" e si ricorda sulla copertina di Piazza Grande di marzo, con una dedica: Lucio "sempre con noi".
Roberto Morgantini, vicepresidente del giornale Piazza Grande ha commentato:  "Lucio manca. Manca alla città, ai bolognesi, alla musica. Manca a me e agli amici di Piazza Grande. “Lucio era e rimane Bologna, ma soprattutto è Piazza Grande questa straordinaria avventura che da ventitré anni racconta, attraverso le sue pagine, una città diversa dalla bellezza e dalla grassezza oleografica che tutti sanno riconoscergli. La Bologna di Lucio è quella degli esclusi, quella iniettata in tutte quelle vite nascoste al giorno e scoperte di notte”.

Iskra Menarini, storica vocalist di Lucio Dalla, ha scelto proprio oggi per presentare, in concerto all'Auditorium Parco della Musica, il suo album “Ossigeno”. Il nuovo album raccoglie brani inediti composti da lei e qualche brano, riadattato, di Lucio Dalla. Alla realizzazione del disco hanno collaborato importanti artisti come Gianni Morandi, Gigi D'Alessio, Renato Zero, Andrea Mingardi, Stefano di Battista…

Lucio e Iskra hanno collaborato per 24 anni, tra le canzoni “vissute” insieme vale la pena ricordare: “Attenti al lupo”, “Ciao”, “Lunedì” , “Tosca - Amore disperato” e "Quasi amore", presentata a Sanremo nel 2009. 
Radio Rai festeggia Lucio con "Vorrei entrare dentro i fili di una radio”:  sono tanti gli artisti e i personaggi dello spettacolo che rendono omaggio al cantautore, proponendo le sue  canzoni più famose: “Futura”, “Anna e Marco”, “La sera dei miracoli” ecc. Gaetano Curreri interpreta “La sera dei miracoli” con cui ha vinto la serata delle cover nell'ultimo Festival di Sanremo. 

Anche sul web non mancano i ricordi e gli auguri, Ligabue ha raccontato di una telefonata speciale: “Nel settembre '95 ricevetti una telefonata. Era Lucio Dalla, io non ci credevo perché non ci eravamo mai parlati fino a quel momento. Lui disse: 'No, no, guarda che sono veramente io! Ti devo dire solo una cosa velocemente: ho sentito Certe Notti. Venderai 700mila copie'. Ero lì lì per mandarlo a quel paese perché mi sembrava una cifra assurda. Non appena mi comunicò questa cosa disse: 'Ciao' e mise giù il telefono. Certe Notti l'aveva appena sentita alla radio ed evidentemente la canzone aveva un potere che io non le sapevo neanche riconoscere”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...