Chiellini ko "più a lungo": rientra a maggio, ma per questa Juve non c'è problema

05 aprile 2016 ore 11:27, Andrea De Angelis
Ci sono giocatori insostituibili, nei rispettivi club come in Nazionale. Uno di questi è sicuramente Giorgio Chiellini, pilastro della Juventus di Conte (non solo), Allegri e della Nazionale italiana. Il Giorgio più famoso del pallone, quasi 32 primavere alle spalle, è anche vice di Buffon in maglia azzurra. Insomma, un punto di riferimento assoluto. 

Così la notizia del suo infortunio che lo terrà lontano dai campi di gioco per tutto il mese di aprile dovrebbe far preoccupare non poco in quel di Torino. Ma per questa Juventus il problema non si pone. Chiariamoci: si pone eccome. Eppure in questo momento i bianconeri sembrano più forti di tutto, anche dell'infermeria. Un solo gol subito nelle ultime dodici gare di campionato. Anche con l'Empoli, nonostante mancasse anche Bonucci (squalificato e infortunato, ma rientrerà domenica), la porta è rimasta inviolata. 
Chiellini ko 'più a lungo': rientra a maggio, ma per questa Juve non c'è problema
A sostituirlo poi ci pensa un altro toscano, molto più giovane di lui, che di cognome fa Rugani. Uno che lo scorso anno ad Empoli ha incantato e che ora in bianconero sta giocandosi al meglio le opportunità. Di Pisa Chiellini, di Lucca Rugani. I due sono il presente e il futuro della squadra campione d'Italia. Sono soprattutto due dei migliori difensori italiani e Allegri lo sa benissimo. Il vero segreto del più che probabile scudetto sta proprio nel reparto difensivo. Una squadra capace di prendere sedici gol in trentadue partite (uno ogni due, uno ogni dodici negli ultimi mesi) non può che stare lassù.
Prendete l'Inter. Nei primi tre mesi di campionato era al vertice grazie alla difesa. Poi, pur segnando di più, ha iniziato a subire reti e ora si trova addirittura al quinto posto, fuori dalla Champions League (la cui qualificazione era l'obiettivo minimo stagionale). Oppure il Milan, ma anche la Fiorentina. Stesso identico discorso: le reti non mancano, ma se ne subiscono troppe. Se anche la Roma avesse fatto meglio dietro (ma con l'arrivo di Spalletti le cose sono migliorate) sarebbe lì, a una manciata di punti dal primo posto. 

Insomma, l'augurio è che Chiellini possa tornare presto. Anche perché gli Europei sono ormai vicinissimi. Ma la certezza è un'altra: questa Juventus può permettersi il lusso di aspettarlo con calma. E scusate se è poco. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...