Galaxy S7 resistente ad acqua, cadute e polvere: così Samsung batte la concorrenza

05 aprile 2016 ore 14:38, Americo Mascarucci
I nuovi Galaxy S7 ed S7 Edge sono giunti in commercio con caratteristiche molto apprezzate dagli utenti.
Fra queste soprattutto Samsung ha introdotto la certificazione IP68 che lo rende resistente alla polvere e all'acqua fino a 1.5 m di profondità e per un massimo di 30 minuti. 
Unbox Therapy ha recentemente fatto un esperimento con un Samsung Galaxy S7 Edge immergendolo acceso all'interno di un vaso pieno d'acqua per un tempo poco inferiore alle 16 ore e 36 minuti. Il risultato finale è che lo smartphone curvo è riuscito a sopravvivere e lavorare, apparentemente, in maniera esatta come faceva prima dell'immersione sott'acqua. 
Sia il Galaxy S7 che il Galaxy S7 edge sono sopravvissuti alla prova dell'acqua, ma non ne sono usciti illesi del tutto: infatti, l'audio ha subito delle conseguenze in seguito l'immersione in acqua, risultando "definitivamente soffocato e distorto". 
E' bene non immergere quindi il dispositivo in acque con profondità superiori a 1,5 m e non tenerlo in immersione per più di 30 minuti. Tenere il dispositivo lontano da acqua ad alta pressione, come acqua corrente del rubinetto, onde marine o una cascata.
Se il dispositivo viene esposto ad acqua, va asciugato bene con un panno pulito e morbido. Se il dispositivo viene esposto ad altri liquidi, va sciacquato con acqua e asciugato con un panno pulito e morbido. Il mancato rispetto di queste istruzioni potrebbe incidere sulle prestazioni e sull'aspetto del dispositivo.
Se il dispositivo è rimasto immerso in acqua, o se il microfono, l'altoparlante o il ricevitore sono bagnati, il suono potrebbe non risultare nitido durante una chiamata. Asciugare il dispositivo con un panno prima di utilizzarlo.
Il touch screen ed altre funzioni potrebbero non funzionare correttamente se il dispositivo viene utilizzato in acqua.

Galaxy S7 resistente ad acqua, cadute e polvere: così Samsung batte la concorrenza
Riguardo la prova di resistenza al test 'TumbleBot',  il telefono è stato messo all'interno di una lavatrice di forma rettangolare in movimento per 30 secondi alla velocità di 50rpm: per il Galaxy S7 e il Galaxy S7 edge ci sono stati "danni significativi alla parte posteriore, con lo schermo che è uscito con crepe solo lievi".
Riguardo la prova di resistenza alla caduta, lo schermo di S7 è andato in frantumi alla sua prima caduta mentre il Galaxy S7 edge è resistito fino a due cadute.
L'ultima prova è stato il test di resistenza al piegamento: il Galaxy S7 edge si piega se viene inflitta una pressione di 110 libbre e si frantuma a 170 libbre, mentre il piu' piccolo Galaxy S7 resiste fino a 170 libbre.

caricamento in corso...
caricamento in corso...