Mass Effect Andromeda: work in progress con la prima patch

05 aprile 2017 ore 15:14, Luca Lippi
Sarà disponibile a breve, direttamente dal sito di Mass Effect, la prima patch per Mass Effect Andromeda, che porterà l’action rpg BioWare alla versione 1.05. Scopo della patch evidenti e necessarie migliorie tecniche promettendo soprattutto le tanto criticate animazioni, mentre correzioni più strutturali verranno praticate nei prossimi due mesi.
Col rilascio della patch saranno corretti anche alcuni crash migliorando le performance grafiche. Inoltre, i giocatori potranno scorrere velocemente le sequenze che rappresentano i viaggi spaziali tra un pianeta e l'altro. ma non finisce qui, aumenterà il limite di oggetti trasportabili nell'inventario e ridurrà il costo di decriptazione delle chiavi Relictum presso i mercanti.
Non mancheranno miglioramenti alla sincronia tra parlato e movimento delle labbra, così come maggiore reattività nel matchmaking e meno lag durante gli scontri multiplayer. Per quanto riguarda le relazioni sentimentali per la variante maschile di Ryder ci saranno ulteriori opzioni a disposizione dei giocatori. 
Le conversazioni con Hainly Abrams saranno ampliate. Al di là dei suoi innegabili difetti, Mass Effect Andromeda offre un mondo di gioco e una storia di portata sensazionale. 
I voti della critica al debutto del gioco, sono stati abbastanza contrastanti e tendenti al "non eccezionale", con tanti voti non particolarmente esaltanti. Tra le varie recensioni segnaliamo quelle di PCGamer (80/100), PCGamesN (8/10), IGN.com (7.7/10), Polygon (7.5/10), GamesRadar Plus (3.5/5), Destructoid (6.5/10), GameSpot USa (6/10), USGamer (3/5) e Digital Trends (5/10). Da segnalare come Eurogamer.net definisca Andromeda come "probabilmente il peggior RPG BioWare di sempre".
Mass Effect Andromeda: work in progress con la prima patch
AMBIENTAZIONE
Andromeda è ambientato 600 anni dopo gli eventi del terzo capitolo. In realtà, l’incipit di questa nuova storia inizia molto prima: il viaggio dei due protagonisti Ryder, che li ha spinti a lasciare la Via Lattea per raggiungere la Galassia di Andromeda, è iniziato nel 2185, lo stesso anno in cui è situato il finale di Mass Effect 2. L’anno successivo, per intenderci, segna l’arrivo dei Razziatori nella Via Lattea nel DLC del secondo capitolo, arco narrativo che poi continua in Mass Effect 3.
Nello stesso momento la nave spaziale dei protagonisti di Mass Effect Andromeda prosegue il suo viaggio. La traversata di Ryder verso Andromeda dura in effetti circa 600 anni, durante i quali il Pathfinder e il resto dell’equipaggio sono addormentati in uno stato di criogenia. Dunque Ryder e i suoi non hanno in alcun modo assistito all’arrivo dei Razziatori, né tanto meno interagito con essi. Il gioco, dunque, prenderà vita nel 2785 circa, ma non è detto che un ipotetico prologo ci mostri l’inizio del viaggio di Ryder e l’avvento dei Razziatori.
Fabrice Condominas, producer del videogame, ha rivelato nel corso di una recente intervista che BioWare ha pensato, ad un certo punto dello sviluppo del nuovo RPG sci-fi, di realizzare un sistema procedurale per la creazione dei pianeti. 

COME SI GIOCA
In Mass Effect: Andromeda, il giocatore esplora la galassia di Andromeda selezionando destinazioni dall'interno di una nave chiamata Tempest. Molti pianeti collegano il giocatore a missioni che devono essere completate. Completando le missioni, il giocatore guadagna punti, che permettono alcuni aggiornamenti e ai pianeti di aumentare il loro livello di abitabilità, consentendo la costruzione di avamposti. Ogni pianeta ha un boss che il giocatore potrebbe non essere in grado di sconfiggere in un primo momento e potrebbe essere necessario affrontare in seguito, una volta raggiunto un livello sufficiente con il personaggio di gioco. I pianeti hanno elementi open world e possono essere esplorati utilizzando il Nomad, un veicolo a sei ruote motrici. 

#MassEffectAndromeda #NuovaPetch #BioWare #mondiprocedurali

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...