Piombo e glutammato nei noodles in India, Nestlé li ritira

05 giugno 2015, Micaela Del Monte
Piombo e glutammato nei noodles in India, Nestlé li ritira
Oggi l'agenzia indiana per la sicurezza alimentare (Fssai) ha ordinato a Nestlé di fermare la produzione e la vendita di noodles (spaghetti) istantanei "Maggi" nel Paese dopo aver individuato un contenuto troppo alto di piombo e glutammato monosodico nei campioni esaminati.

Duro colpo per il colosso alimentare svizzero che comunque continuerà la produzione in altri paesi in quanto non considera nocivi gli ingredienti dei suoi "spaghetti".

In India però hanno considerato pericolose le dosi presenti in questi prodotti Nestlé in quanto le norme sarebbero state violate dagli svizzeri in tre punti ovvero: la presenza di un contenuto eccessivo di piombo, l'etichettatura fuorviante sull'assenza di glutammato monosodico (un additivo alimentare controverso) e la vendita di una varietà senza l'autorizzazione. Le leggi indiane infatti prevedono un limite di piombo nei cibi fissato a 0,001 parti su un milione; secondo quanto riportato dalla stampa nazionale, dodici dei tredici campioni contenevano 17 parti di piombo su un milione. Il glutammato monosodico è invece un ingrediente onnipresente nei prodotti alimentari industriali come insaporitore e nel corso del tempo è stato accusato di creare una vera e propria dipendenza e per di più il suo utilizzo non sarebbe stato riportato negli ingredienti del prodotto.

Già ieri la Nestlé aveva annunciato la decisione indiana, "Purtroppo, i recenti sviluppi e le preoccupazioni infondate circa il prodotto hanno portato ad un ambiente di confusione per il consumatore, a tal punto che abbiamo deciso di ritirare il prodotto dagli scaffali, pur essendo sicuro", è quanto si legge nella nota della società, che promette che i noodles Maggi torneranno in india appena la situazione sarà chiarita.
caricamento in corso...
caricamento in corso...