Seu killer, ad Altamura muore bimba di 15 mesi. Altri due con l'infezione

05 giugno 2017 ore 16:13, Micaela Del Monte
Non ce l'ha fatta la bimba di 15 mesi che da due settimane era ricoverata nel reparto di Nefrologia dell'ospedale pediatrico Giovanni XIII di Bari. La bimba originaria di Altamura è morta nel pomeriggio di domenica a causa delle conseguenze della Seu, la sindrome emolitico-uremica che l'aveva colpita a metà maggio. La piccola era arrivata nell'ospedale del capoluogo pugliese già in condizioni gravi e per questo sottoposta ad un trattamento di dialisi intensiva ma, nonostante i tentativi per salvarla da parte dei medici, le sue condizioni si erano aggravate negli ultimi giorni fino al decesso per complicanze neurologiche e cardiache.

Seu killer, ad Altamura muore bimba di 15 mesi. Altri due con l'infezione
INDAGINI E ANALISI -
Secondo quanto riportano i media locali, nello stesso ospedale però sarebbero ancora ricoverati altri tre piccoli pazienti per lo stesso problema: la sindrome emolitico uremica, una malattia rara che colpisce soprattutto i più piccoli e gli anziani e provoca un'insufficienza renale acuta. Il sospetto è che i bambini posano aver contratto l'infezione bevendo acqua o ingerendo cibo contaminato dalle feci. La Seu infatti è una complicanza di un'infezione intestinale batterica causata da ceppi di escherichia coli che producono una tossina molto potente. A destare preoccupazione il fatto che tutti pare siano passati in qualche modo da Altamura. Oltre alla piccola Vittoria, infatti, ci sarebbero altri due bambini della città murgiana, e un altro residente in un altro paese ma a quanto pare transitato da Altamura. Le loro condizioni restano gravi, ma non sarebbero in pericolo di vita. Al momento è presto per parlare di focolaio epidemico ma proseguono le indagini e le analisi per risalire alle cause esatte dell'infezione.

OMICIDIO COLPOSO - Sia il ministero della Salute sia i carabinieri del Nas infatti hanno già avviato gli accertamenti del caso. Il ministero in particolare ha chiesto alle autorità sanitarie pugliesi di intervenire per identificare le cause responsabili della Seu e per disporre i provvedimenti a tutela dell'igiene e della salute pubblica. I militari invece, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, indagano per omicidio colposo sul caso della piccola deceduta. Nel fascicolo tre medici dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari sono stati iscritti nel registro degli indagati.

COS'E' LA SEU - La sindrome emolitico-uremica, abbreviata in SEU o HUS (dall'inglese Hemolytic-Uremic Syndrome) è una sindrome caratterizzata dall'associazione di manifestazioni patologiche a carico del sangue e dei reni, quali l'anemia emolitica, la trombocitopenia (anche detta piastrinopenia) e l'insufficienza renale acuta. Insieme alla porpora trombotica trombocitopenica, patologia con la quale condivide molte caratteristiche patogenetiche e le stesse lesioni microscopiche, rientra nel gruppo delle microangiopatie trombotiche.

La cosiddetta "forma tipica" della malattia, che costituisce circa il 90% dei casi, è associata ad infezioni gastrointestinali. Tra i microorganismi più frequentemente coinvolti vi sono batteri come Escherichia coli e Shigella dysenteriae, accomunati dalla capacità di provocare, tramite particolari tossine, un danno endoteliale (principalmente a livello del glomerulo) e un'attivazione piastrinica (con successivo consumo). In una minor parte dei casi ("forme atipiche") questi effetti possono essere provocati da alterazioni congenite del complemento. Colpisce prevalentemente, ma non esclusivamente, i bambini. Nella maggior parte dei casi è preceduta da episodi di diarrea causati da un ceppo di Escherichia coli, l'enteroemorragico (O157: H7), considerati come disturbi alimentari. La mortalità della sindrome si aggira tra il 5 e il 10% dei casi. Chi sopravvive si ristabilisce senza conseguenze; solo una piccola parte dei malati può sviluppare una malattia renale cronica.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...