Bambini multati per pallone al parco: la sommossa dei genitori

05 luglio 2017 ore 15:21, Micaela Del Monte
Era severamente vietato giocare con la palla nel parco e quindi, dopo aver trasgredito la regola, i bambini sono stati multati dagli agenti per 600 euro complessivi. L'episodio è accaduto a Malo, in provincia di Vicenza, mentre i genitori si lamentano e si rifiutano di pagare la quota della multa: "Ora i nostri figli hanno paura degli agenti, quando li vedono scappano o cambiano strada". "Di pagare la multa non se ne parla, faremo ricorso al sindaco".  Un’intera comunità sta manifestando sconcerto e rabbia sul gruppo Facebook "Sei di Malo se…" e tra gli utenti c’è anche chi ha proposto una raccolta di 20 centesimi a residente per arrivare a pagare i 600 euro complessivi delle quattro multe con le monetine.

Bambini multati per pallone al parco: la sommossa dei genitori
Alcuni invece hanno scelto di schierarsi dalla parte degli agenti, scrivendo che d’altra parte non potevano fare altrimenti. In realtà, nonostante la reazione di dissenso iniziale le proteste dei genitori sembrano essersi attutite in particolare dopo la riunione di questa mattina avvenuta insieme al primo cittadino leghista Paola Lain.  
 
"Quando si viene sanzionati per una regola non si può parlare di ingiustizia", ha detto il sindaco, puntualizzando che le regole vanno rispettate sempre. "Non era la prima volta che i bambini giocavano nel parco pur sapendo del divieto e la polizia locale ha fatto soltanto bene a intervenire", aggiunge. In realtà la delibera del divieto risale al 2009 e l’attuale giunta l’ha ereditata a partire dal suo insediamento avvenuto nel 2015. "Vogliamo studiare in ogni caso una soluzione che vada bene a tutti e per questo presto trasformeremo una piccola parte dell’area verde di via Maroncelli in campo di calcio, naturalmente recintata, in modo che chi vuole possa divertirsi con la palla senza correre il rischio di far male agli altri". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...